SICUREZZA

Estate: bagnini più presenti in Abruzzo e Molise

Operazione Mare sicuro 2012

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2836

Luciano Pozzolano

Luciano Pozzolano

PESCARA. Il personale di salvataggio, cioè i bagnini, saranno più presenti sulle spiagge di Abruzzo e Molise, durante la stagione balneare di quest'anno. Lo ha annunciato oggi il comandante della Capitaneria di porto di Pescara, Luciano Pozzolano, illustrando alla stampa i dettagli del

PESCARA. Il personale di salvataggio, cioè i bagnini, saranno più presenti sulle spiagge di Abruzzo e Molise, durante la stagione balneare di quest'anno.

Lo ha annunciato oggi il comandante della Capitaneria di porto di Pescara, Luciano Pozzolano, illustrando alla stampa i dettagli dell'operazione "Mare sicuro 2012" che in questa fase (fino al 17 giugno) è finalizzata a divulgare tutte le informazioni utili in merito alla stagione balneare.
Scatterà poi la fase esecutiva (fino al 9 settembre) che prevede interventi di vigilanza e controllo da parte del personale della Capitaneria e anche sanzioni ai trasgressori. Tra le novità di quest'anno previste dalla ordinanza balneare c'è l'aumento della presenza degli addetti al salvamento in spiaggia. I bagnini devono essere presenti nella misura di uno ogni 150 metri di fronte mare e gli orari previsti per il servizio sono: fino al 13 luglio dalle 10 alle 14 e dalle 14.30 alle 18.30 e nelle giornate di sabato e nei festivi tra le 14 e le 14.30 deve comunque essere garantito un bagnino ogni 300 metri di fronte mare.
Dal 14 luglio al 26 agosto l'orario di servizio pomeridiano si estende fino alle 19.30, e per il resto è tutto uguale rispetto alla bassa stagione. Tra gli strumenti che il bagnino può avere a disposizione ci sono anche le moto d'acqua (per ora ce ne sono due tra Pescara e Montesilvano) e l'elmetto quando si raggiungono gli scogli. Sono state ricordate, tra l'altro, le fasce di mare riservate ai bagnati e quelle destinate alla navigazione ed è stato evidenziato che si fa un uso sconsiderato uso delle scogliere, che invece sono vietate a tutti. Un appello, come sempre, e' stato lanciato da Pozzolano affinchè si vada in mare e in spiaggia con «prudenza e buon senso». Per quanto riguarda windsurf e kitesurf le attività sono possibili nelle aree prossime al porto.