RIFIUTI

Impianto rifiuti pericolosi Villamagna, il sindaco si difende

Il sindaco di Ari tranquillizza i cittadini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1911

Impianto rifiuti pericolosi Villamagna, il sindaco si difende
ARI. Nessuna autorizzazione alla ditta Globus per l’impianto di stoccaggio di rifiuti pericolosi in località Foro di Ari.

Il sindaco di Ari, Elena Di Biase, si difende delle accuse rivoltele dal consigliere Marcello Salerno. E precisa che il Comune ha rilasciato alla ditta Globus di Francavilla al Mare un parere urbanistico per un capannone artigianale in Foro di Ari, lo stesso sito dove la ditta ha fatto richiesta per realizzare l’impianto di rifiuti. Due richieste diverse per due progetti diversi anni luce.
I fatti riguardano la realizzazione dell’impianto di stoccaggio provvisorio di rifiuti pericolosi e non da realizzare in località Foro di Ari . La discarica si estenderà su una superficie di circa 1000 m2 all'interno della quale saranno stoccati rifiuti per una potenzialità complessiva di 12 mila tonnellate l'anno e dovrebbe sorgere su un’ area artigianale non realizzata e contrassegnata da cartelli. Tra i rifiuti “ospitati” sono previsti, si prevedono pneumatici, imballaggi contaminati, solventi e vernici, olii ed emulsioni e molto altro. Il progetto ha creato scompiglio nel Comune di Villamagna Paolo Rosario Nicolò che ha espresso il suo fermo no.
Anche il capogruppo di minoranza di “Ari Futura”, Marcello Salerno di Ari ha interpellato il sindaco Elena Di Biase ricevendo risposte a suo dire poco soddisfacenti.
Oggi proprio il sindaco tranquillizza i suoi cittadini sul fatto «che nel paese della Memoria e Comune Fiorito d’Italia non verrà mai realizzato uno stoccaggio di rifiuti inquinanti che possano deturpare l’ambiente e danneggiare la salute in particolare quella degli abitanti del Foro di Ari, gioiello della comunità» ed  annuncia la convocazione di un incontro con i sindaci dei paesi limitrofi, i cittadini e la ditta Globus.
Quello che risulta all’amministrazione comunale, ha precisato Di Biase, è che l’ufficio tecnico del comune di Ari nella persona del geometra Fausto Giampietro ha rilasciato alla ditta Globus solo il parere urbanistico per un progetto riguardante la realizzazione di un capannone ad uso artigianale nell’area produttiva in località foro di Ari e che la ditta nel maggio scorso ha fatto anche richiesta per la pubblicazione sull’albo pretorio di un’autorizzazione inerente lo stoccaggio di rifiuti indirizzata alla Regione Abruzzo.