SCUOLA

Liceo Galilei, inaugurata la nuova succursale

Sbloccati lavori per 1 mln di euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1279

  Liceo Galilei, inaugurata la nuova succursale
PESCARA. Dopo anni di attesa sono stati ultimati i lavori che consentono al liceo scientifico Galilei di via Vespucci, a Pescara, di avere una succursale tutta propria.

Grazie all'intervento della Provincia, che ha sbloccato un intervento da un milione di euro fermo da molto tempo, è stata completata e sistemata la palazzina che ha permesso agli alunni e al personale docente e non docente di lasciare i locali di via Monte Amaro.
L'edificio di via Vespucci, inaugurato ieri mattina con il taglio del nastro ufficiale da parte del presidente Guerino Testa, del suo vice Fabrizio Rapposelli e del dirigente scolastico Gerardo Di Iorio, dispone di 12 aule a cui si aggiungono l'aula video e l'aula magna. E' stato anche promosso l'abbattimento della barriere architettoniche (grazie ad un finanziamento Inail), con la realizzazione dell'ascensore. Effettuati, poi, gli interventi per l'automazione dei cancelli esterni, gli impianti antintrusione e la video sorveglianza, con l'impianto citofonico. Sono anche previsti, in estate, i lavori di manutenzione straordinaria dell'impianto termico dell'edificio preesistente. Da non dimenticare, spiega il vice presidente Rapposelli, assessore all'Edilizia scolastica, che sono stati realizzati pure i campi di calcio e pallavolo all'esterno della scuola. 


«E' un piccolo campus - ha detto Testa - e ne sono orgoglioso perché si realizza un sogno, considerato che abbiamo sbloccato delle opere ferme da troppo tempo. Abbiate cura di questa scuola» - ha detto Testa rivolgendosi ai ragazzi che ieri hanno realizzato una serie di attività sportive e artistiche, esibendosi all'aperto, tra musica, pittura e tornei. Ai giovani che si sono contraddistinti nelle attività sportive è stata consegnata una pergamena.
«E' un giorno da ricordare - ha commentato Rapposelli - perché si suggella un percorso che abbiamo iniziato due anni fa. Abbiamo risolto un problema annoso e questo ci rende soddisfatti».
«E' una struttura rispondente alle nostre esigenze, assolutamente non paragonabile alla vecchia sede di via Monte Amaro», ha osservato Di Iorio. «Ottimi gli spazi che ci sono stati messi a disposizione dalla Provincia, sia quelli chiusi che quelli all'aperto. La nostra speranza è che si completi il tutto con una palestra, magari da realizzare con una struttura leggera».