SEQUESTRO

Manca autorizzazione, Forestale sequestra cava nel chietino

Permesso scaduto nel 2008, «mai rinnovato»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1863

Manca autorizzazione, Forestale sequestra cava nel chietino
LANCIANO. Il Corpo Forestale dello Stato di Chieti e la Procura di Lanciano hanno chiesto e ottenuto dal gip del tribunale frentano il sequestro preventivo della cava di Civitaluparella in concessione alla Das Srl.

Gli inquirenti al termine di un'indagine iniziata un paio di mesi fa avrebbero accertato che la società operava dal 31 agosto 2009 senza la necessaria autorizzazione prevista per l'attività estrattiva nella cava di località Ristrette.
La società non avrebbe rinnovato l'autorizzazione scaduta nel 2008. Inoltre la Das Srl, secondo gli inquirenti, non avrebbe adempiuto agli obblighi di recupero ambientale della zona negli ultimi 10 anni, come previsto dalla normativa in materia. Il sequestro della cava è stato eseguito questa mattina dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato, come disposto dal gip del tribunale di Lanciano Massimo Canosa che ha accolto la richiesta della Procura diretta da Francesco Menditto.
«Si tratta di un'attività lecita, che non va demonizzata, che va avanti dal 1968 in quel punto - ha sottolineato il comandante del Corpo Forestale di Chieti, Livia Mattei, nel corso di una conferenza stampa convocata in Procura questa mattina - l'intenzione della Procura e del Corpo Forestale e' quella di far rispettare le regole vigenti in materia». Unico indagato il legale rappresentante della societa' Das Srl.