VIABILITA'

Una variante alla statale 151, c’è l’intesa tra Provincia di Pescara e Comuni

Sottoscritto l’accordo di programma

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1508

Una variante alla statale 151, c’è l’intesa tra Provincia di Pescara e Comuni
PESCARA. Migliorare i collegamenti nell'area vestina creando una variante alla Ss 151 nel tratto compreso tra Passo Cordone e Cappelle sul Tavo.

E' l'obiettivo di un progetto che sarà messo a punto dalla Provincia di Pescara già concordato con i sindaci di quattro comuni interessati alla viabilità di questa zona e cioè Cappelle sul Tavo, Città
Sant'Angelo, Collecorvino e Moscufo. E' tutto scritto in un accordo di programma, appena sottoscritto da Provincia e Comuni – rappresentati dai sindaci - che assicura il coordinamento tra le amministrazioni coinvolte e determina modalità, finanziamento e ogni altro adempimento finalizzato alla realizzazione dell'opera. «I fondi per la progettazione sono quelli messi a disposizione della Regione Abruzzo - spiegano il presidente Guerino Testa e l'assessore ai Lavori pubblici Roberto Ruggieri - ma prima di procedere abbiamo voluto trovare un'intesa con i Comuni coinvolti per mettere a punto un progetto in grado di soddisfare a pieno le esigenze di tutti. Ora, dal punto di vista procedurale, si attende la pubblicazione sul Bura da parte della Provincia del decreto che riguarda l'accordo di programma e la ratifica dell'accordo stesso da parte dei Consigli comunali perché si tratta di un intervento in variante agli strumenti urbanistici, per poi procedere con l'iter. La Provincia sarà stazione appaltante».
Questo accordo, spiegano sempre da Palazzo dei Marmi, è un primo passo fondamentale per la realizzazione di una variante alla 151 che consentirà di snellire il traffico nell'area vestina e di ridurre i tempi di percorrenza. La nuova arteria, partendo dalla Lungofino, consentirà di attraversare Terrarossa (Cappelle), Moscufo e Collecorvino, in località Case Bruciate (dove si ricollegherà alla ex Borbonica), superando però i centri abitati. Un'opera, commenta il presidente della commissione pubblici Camillo Savini, che «andrà a favorire la circolazione nell'area interna, liberando la 151».