GIULIANOVA

Giulianova, piazza Buozzi: sì al passaggio delle auto, no al parcheggio

L’amministrazione Mastromauro ha scelto il futuro da dare alla città

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1960

Giulianova, piazza Buozzi: sì al passaggio delle auto, no al parcheggio
GIULIANOVA. La proposta iniziale, ovvero la pedonalizzazione di piazza Buozzi con la creazione di una zona a traffico limitato nel tratto che va da largo San Flaviano e via Acerbo, rimane sempre il punto di approdo del progetto centro storico dell’Amministrazione Comunale.

Ne è convinto il sindaco Francesco Matromauro che assicura: «ci rendiamo conto delle difficoltà in cui versano le attività commerciali che operano in quella zona e che potrebbero essere ulteriormente danneggiate dall’impossibilità delle automobili, che percorrono corso Garibaldi, di transitare in piazza Buozzi creando una sorta di isolamento. Ne consegue che è stato necessario trovare il miglior compromesso possibile per soddisfare le esigenze manifestate dai cittadini nelle due riunioni sull’argomento ma anche per consentire alla città di regalarsi quel salotto che manca e che non può che essere quello di piazza Buozzi».
La scelta è dunque caduta sulla possibilità di far transitare le auto in piazza Buozzi ma evitando loro di parcheggiare tanto nella zona antistante la cripta del Duomo, quanto nella zona prospiciente il palazzo Ducale. L’unico parcheggio consentito rimarrà quello a nord riservato ai residenti. Il percorso carrabile nella piazza sarà delimitato con dissuasori adeguati alla bellezza del luogo e saranno scelti elementi di arredo per le zone pedonali che valorizzino al meglio la piazza stessa. I varchi di accesso a corso Garibaldi e a piazza Buozzi saranno dotati di dissuasori a scomparsa automatici o di sistemi simili che permetteranno di chiudere il cuore del centro storico così da creare delle isole pedonali nelle ore serali del periodo estivo e nei giorni festivi, fermo restando che dovrà essere consentito a tutti l’accesso al Duomo per la celebrazione della Santa Messa.


Non meno importante è la decisione di adottare una specifica ordinanza che impedisca ai mezzi pesanti, non solo di transitare lungo il corso e nella piazza, cosa peraltro già prevista, ma di raggiungere il centro storico da via Gramsci, da piazza della Libertà e da via Montello. Altra opzione che la maggioranza ha preso in considerazione e la cui fattibilità sarà valutata dagli Uffici tecnici e dal Comando di Polizia Municipale, è quella di individuare nuovi stalli di sosta all’interno del centro storico allo scopo di compensare quelli che saranno persi in piazza Buozzi.
«Come si può facilmente notare – aggiunge il sindaco Mastromauro – si tratta di un valido compromesso tra esigenze contrastanti e non facili da conciliare. La soluzione, pur consentendo il transito in piazza Buozzi, non deve far diventare la stessa, parafrasando una definizione cara all’Assessore Forcellese, una circonvallazione».
«Per tale ragione – conclude il Consigliere incaricato al centro storico Alessandro Giorgini – in alcuni momenti della giornata saranno previste misure di restrizione del traffico veicolare, ad esempio per creare delle isole pedonali come quelle serali previste nel periodo estivo. Queste potranno consentire alle attività che operano lungo il corso e nella piazza di svolgere iniziative sul suolo pubblico, ad esempio posizionando tavoli e sedie in strada. Tutto ciò contribuirà sicuramente a rendere il centro storico ancor più appetibile e, perché no, a favorire l’insediamento di ulteriori attività commerciali».