MISTERO

Aquilano morto alle Canarie, giovedì la salma torna a casa

Venerdì i funerali a Castelvecchio Calvisio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3535

Roberto Bonura

Roberto Bonura

L’AQUILA. E' previsto intorno alle 14 di giovedì, il rientro all'Aquila della salma di Roberto Bonura. Il giovane aquilano di 30 anni, compiuti lo scorso 9 maggio proprio sull’isola spagnola, è stato trovato morto domenica in mare davanti all'isola di Las Palmas nell'arcipelago delle Canarie.

Secondo gli inquirenti sarebbe finito in acqua dopo essersi lanciato da un promontorio.
Giovedì notte è stata organizzata una veglia di preghiera nella Basilica di Santa Maria di Collemaggio. I funerali si svolgeranno invece venerdì nel Comune di Castelvecchio Calvisio, luogo in cui è sepolta anche la mamma del giovane, Nadia Ciuffini, morta a seguito del sisma del 6 aprile di tre anni fa, insieme ad altre 30 persone nel crollo dell'edificio che si trovava in via Campo di Fossa, zona Villa Comunale.
Il giovane era in vacanza sull'isola per festeggiare insieme al padre e ad altri amici il suo compleanno.
Poi dopo qualche giorno il padre era rientrato all'Aquila. Venerdì Roberto lo aveva chiamato per comunicargli di aver smarrito le carte di credito. Il padre di Roberto Bonura, ex vice sindaco del capoluogo di regione aveva provveduto subito a prenotare un volo per il rientro del giovane.
L'uomo aveva poi perso i contatti e solamente domenica mattina aveva avuto la notizia del ritrovamento del corpo del figlio in mare. Il rinvenimento di segni allo stomaco, al collo e al torace aveva fatto inizialmente ipotizzata la morte violenta. Ma successive testimonianze raccolte dalla polizia locale dell'isola hanno ribaltato la dinamica dei fatti. Roberto Bonura sarebbe stato visto salire sul promontorio, togliersi i vestiti e lanciarsi nel vuoto.