INTEGRAZIONE

Politica ed integrazione. Chieti festeggia “i popoli”…

Il 20 maggio si terrà la quarta edizione della Festa dei popoli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3442

Politica ed integrazione. Chieti festeggia “i popoli”…
CHIETI. Si terrà domenica 20 maggio la quarta edizione della “Festa dei popoli”. L’appuntamento che vedrà come capofila il Comune di Chieti si terrà presso la Villa Comunale di Chieti dalle 10.00 alle 23.00.

L’evento sarà organizzato dalla Caritas Diocesana e Migrantes, Comunità Volontari per il Mondo, Centro Servizi Volontariato, Centro Servizi Immigrati del comune, Centro Sportivo Italiano con il contributo economico del Comune di Chieti (Assessorato alle Politiche Sociali).
E’ il sindaco Umberto Di Primio ad annunciarlo insieme al suo entourage (l’assessore alle Attività Produttive, Antonio Viola e l’assessore alle Politiche Sociali Emilia De Matteo). Prima ancora di essere eletto sindaco di Chieti, ha dichiarato, «promisi a Mario Olivieri, direttore della Caritas Diocesana, che, qualora fosse stato eletto non avrei lasciato cadere nel nulla la “Festa dei Popoli”, manifestazione di forte valenza sociale che la nostra Città ha dimostrato di saper degnamente accogliere con grande entusiasmo». Il primo cittadino poi non ha perso l’occasione per ricordare le politiche di integrazione e la mano tesa del Comune verso i suoi cittadini stranieri, sempre più in aumento.
Nel 2009 erano 2.406 gli stranieri residenti a Chieti mentre nel 2011, in base ai dati forniti dall’Ufficio Anagrafe del Comune, il loro numero sarebbe lievitato fino 2.675 unità. Si tratta di rumeni, albanesi, brasiliani, cinesi, ucraini, greci ed israeliani.
E’ il Centro Servizi Immigrati del Comune a fare da ponte tra le istituzioni ed i popoli tanto che nel 2011, ricorda il sindaco, i contatti con i cittadini stranieri residenti sono stati 1.203 in totale. Lo sportello eroga diversi servizi che vanno dalla collaborazione nella predisposizione della documentazione dei vari modelli all’aggiornamento e rinnovo del permesso di soggiorno, dall’iscrizione ai corsi di lingua italiana e di informatica alla prenotazione presso la Prefettura del test di italiano, dal ricongiungimento familiare all’inserimento lavorativo con elaborazione di progetti personalizzati con lo scopo di consentire all’utente di essere inserito nel mondo del lavoro. In questo contesto si inseriscono i corsi di formazione di aggiornamento rivolti a coloro che svolgono assistenza presso i nuclei familiari, così come iniziative che prevedono un rimborso sugli oneri contributivi, pari ad euro 1,10 per ogni ora di attività svolta nel lavoro di cura domiciliare dagli assistenti familiari, purché in possesso di regolare contratto di assunzione.
La festa di domenica prossima sarà accompagnata da una serie di iniziative come la mostra fotografica “Cuba…ieri, oggi, domani” che offrirà 200 scatti fotografici inediti di Liborio Noval, fotografo storico della rivoluzione cubata, relativi alla recente visita del Papa Benedetto XVI nell’isola caraibica. La mostra sarà visitabile fino al 27 maggio presso l’atrio del palazzo della Provincia che il 21 maggio ospiterà un convegno su Cuba che vedrà la partecipazione della giornalista Magda Resik Aguirre. Ad allietare l’evento ci saranno una serie di attività con i bambini, degustazioni di piatti tipici, spettacoli e rappresentazioni a cura delle scuole e delle associazioni, laboratori interculturali per i più piccoli: fiaba, strumento musicale, maschere, pittura, animali, il torneo di calcio a 5 per Nazioni e un momento interreligioso per la pace presieduto da Monsignor Bruno Forte; il tutto sarà condito da musiche di varie etnie come l’orchestra dell’accademia di Tirana.