CHIETI

Chieti, restyiling Villa comunale. lavori per 580.000 euro

Il sindaco ha illustrato i nuovi interventi

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1860

Chieti, restyiling Villa comunale. lavori per 580.000 euro
CHIETI. 580.000 euro per una villa comunale più bella e sicura. Il sindaco di Chieti, Umberto Di Primio, ha annunciato la conclusione degli interventi di riqualificazione realizzati nella Villa comunale (relativi al primo stralcio, secondo lotto) affidati alla Ditta De Leonibus di Città S. Angelo,da pagare attraverso un mutuo presso la Cassa Deposito e Prestiti.

I lavori diretti dall’ architetto Dario Di Luzio, codiretti dall’ingegnere Angelo Di Monte sotto la supervisione del responsabile del procedimento per il Comune di Chieti l’architetto Salvatore Colacito, hanno permesso la riapertura della passeggiata principale e della piazza centrale con la fontana, in ragione dell’ultimazione degli allestimenti delle panchine con oltre cento posti a sedere. «Il progetto», ha fatto sapere il sindaco, «prevede la messa in posa della pavimentazione della piazza centrale, con materiali di pregio quali il cemento lavato e il porfido e seguendo le caratteristiche estetiche e funzionali che già avevano caratterizzato il primo lotto; il potenziamento ed il miglioramento di tutto il sistema della raccolta delle acque meteoriche che in passato hanno causato problemi sia alla Villa che alle zone circostanti; la sistemazione dei punti luce della pubblica illuminazione nonché di quelli relativi alla videosorveglianza; il rifacimento dei manufatti posti a corredo degli archetti arborei superiori e delle piazzole che ospitano le panchine e i muretti di perimetrazione».
Ora si attende che venga terminato anche lo stralcio di lavori riguardante l’area in corrispondenza del terrazzo dell’edificio ex Gil “Area delle mattonelle rosse”, previsto entro la fine di giugno 2012.
Il sindaco ha invitato a considerare i lavori nella loro totalità in una più ampia operazione di restyiling cittadino che oltre alla Villa interessa luoghi adiacenti come l’ex Ospedale Militare e il Seminario vescovile.
«Del Viale IV Novembre», ha dichiarato,«è stato enfatizzato il ruolo di elemento prospettico che unisce idealmente i monti della Maiella con il campanile della Cattedrale di San Giustino mentre piazza Trento e Trieste, prosecuzione ideale della Villa, in questo contesto rinnovato sarà anch’essa soggetta ad una nuova attenzione dopo il rifacimento della Villa».