RAPINA

Gioielliere rapinato in piazzola A14, bottino 300mila euro

Hanno agito in tre, italiani e a volto scoperto

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1849

Gioielliere rapinato in piazzola A14, bottino 300mila euro
MARTINSICURO. Si è fermato per fare pipì in una piazzola di sosta dell'A14 e tre rapinatori gli hanno portano via la valigia con 300 mila euro di preziosi.

E' accaduto questa mattina, in carreggiata nord lungo l'autostrada poco dopo Martinsicuro, ad un gioielliere abruzzese che si trovava a circa due chilometri dall'uscita di San Benedetto del Tronto/ Ascoli Piceno. Durante la breve sosta, nella piazzola è arrivata una Fiat bianca di piccola cilindrata dalla quale sono scesi tre uomini armati di pistola che hanno immobilizzato il gioielliere e si sono impadroniti della valigia contenente la merce.
Il colpo è stato messo a segno da tre banditi che parlavano italiano ed avevano il volto coperto. Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni sull’accaduto uno di loro ha estratto una pistola e l'ha puntata contro l'uomo che stava recandosi a San Benedetto del Tronto per commercializzare i preziosi. Gli altri due complici gli hanno invece sottratto la valigetta con l'oro.
Poi, tutti e tre, sono fuggiti in direzione nord. E' stato il gioielliere a chiamare il 113. Ha risposto la questura di Teramo che ha allertato i colleghi della sottosezione di Città Sant'Angelo. Le indagini sono ora condotte congiuntamente dalla squadra mobile teramana e la polstrada che ha diramato l'allerta lungo l'intera rete autostradale monitorando le uscite. Tramite le telecamere di sorveglianza si cercherà di scoprire il tragitto della vettura e risalire così ai responsabili.
Quello che sembra chiaro è che i rapinatori conoscessero bene le mosse del gioielliere, sapevano che aveva in macchina il grosso quantitativo di gioielli e pare certo che abbiano cominciato a seguirlo già da sotto casa