GIULIANOVA

Giulianova: anziana vedova scippata e ferita vicino cimitero, due arresti

Due persone in manette per rapina aggravata

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1327

 Giulianova: anziana vedova scippata e ferita vicino cimitero, due arresti
GIULIANOVA. Poteva finire decisamente peggio invece i due rapinatori sono stati arrestati e la donna se l’è cavata con ferite guaribili in 10 giorni.

Verso le 11 un’anziana signora vedova da tre anni mentre si recava a piedi a trovare la tomba del marito è stata avvicinata da due giovani a bordo di una lancia Y: Florjan Doraci, 28 anni è sceso dall’auto guidata da Giuliano De Silvio, 30 anni, pregiudicato di etnia rom, e con gesto repentino ma violento le ha strappato dal collo una grossa collana d’oro regalo e ricordo del coniuge defunto.
La signora è caduta a terra e si è provocata evidenti escoriazioni sul collo. Il rapinatore è invece risalito a bordo del mezzo fuggito in direzione del bivio di Bellocchio.
Le urla della signora hanno richiamato l’attenzione di alcuni passanti che immediatamente l’hanno soccorsa. Sul posto anche due pattuglie dei carabinieri che dopo aver raccolto i primi elementi per poter ricercare i due malviventi hanno iniziato le ricerche. Qualche minuto dopo la lancia Y è stata intercettata dalla pattuglia in località Cologna spiaggia nel comune di Roseto degli Abruzzi ed alla vista dei militari i due hanno cercato di dileguarsi abbandonando l’autovettura nei pressi di un’abitazione a due piani , entrando all’interno inseguiti dai carabinieri che nel contempo hanno chiamato in rinforzo i colleghi della Stazione di Giulianova.
I militari sono riusciti a bloccare i due pregiudicati mentre si disfacevano della collana e sono stati arrestati. La signora è stata trasportata al locale Pronto Soccorso in stato di evidente shock ed è stata medicata dai sanitari che le hanno diagnosticato una prognosi di 10 giorni. I carabinieri sottolineano «la piena collaborazione» di alcuni cittadini che avevano assistito alla drammatica scena e che hanno consentito ai militari di raccogliere tutti gli elementi necessari al rintraccio immediato dei due pregiudicati, già trasferiti nel carcere di Castrogno.