SICUREZZA IN CITTA'

Controlli e sicurezza, aprile caldo per la Polizia di Teramo

Quasi 4.000 persone identificate, più di 2000 veicoli controllati

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1490

Controlli e sicurezza, aprile caldo per la Polizia di Teramo
TERAMO. Un mese di intensa attività che ha portato ad arresti e controlli a tappeto nel teramano.

E’ quanto emerge dai dati divulgati dalla Questura e del Commissariato di Atri, della Sezione di Polizia Stradale di Teramo e della Polfer di Giulianova riferiti al solo mese di aprile.
L’attività ha riguardato pattugliamenti nelle aree urbane ed extraurbane maggiormente a rischio, controlli sulla guida sotto effetto di sostanze stupefacenti e alcool (nelle tarde ore serali e in quelle notturne specie nei fine settimana, nei pressi di discoteche e locali di pubblico divertimento) ed uno stretto monitoraggio su fenomeni di prostituzione.
In particolare gli agenti in uniforme e in abito borghese, hanno svolto mirati servizi di prevenzione ed investigazione in tutta la Provincia di concerto con il Reparto Prevenzione Crimine di Pescara. Le operazioni hanno permesso di trarre in arresto 9 persone e di denunciarne 33. Sono3.879 le persone identificate di cui 239 extracomunitari; 5 i cittadini stranieri espulsi.
I controlli si sono estesi anche ai veicoli (2647) di cui 6 sono stati sequestrati, con contravvenzioni (1.223) e 99 documenti ritirati.
Quanto al mercato della droga gli agenti hanno sequestrato 2,7 grammi di cocaina, 3 grammi di cannabinoidi e 104,5 grammi di marijuana. Sempre nell’ambito di questi accertamenti, sono state denunciate 5 persone, una è stata arrestata ed altre sottoposte al controllo tossicologico.
I poliziotti hanno effettuato 457 controlli su persone agli arresti domiciliari e su esercizi pubblici sospendendo la licenza ad un’attività a Teramo, in piazza Garibaldi «poiché abituale ritrovo di pregiudicati o persone pericolose».
Non sono mancate sorveglianze mirate nei confronti di cittadini stranieri, con servizi ordinari e straordinari sulla Bonifica del Tronto.
Nell’ambito della prostituzione sono stati identificati 7 stranieri, e le forze dell’ordine hanno rilasciato tre fogli di via obbligatori nei confronti di cittadine munite di permesso di soggiorno ma residenti in altre province.
I provvedimenti interdittivi hanno interessato anche 6 tifosi del Teramo Calcio ed uno della Sambenedettese per violazioni alle disposizioni relative all’ordine pubblico negli stadi durante gli incontri “Teramo – Sambenedettese” e “Teramo–Riccione”. In occasione dell’ultimo incontro alcuni ultrà, riconosciuti ed identificati attraverso le telecamere a circuito chiuso, dice la Polizia, «volendo introdurre uno striscione non autorizzato perché privo di carattere sportivo, hanno lanciato oggetti contro i militari ed hanno accerchiato ed aggredito un carabiniere che ha riportato anche lesioni. E’ per questo che sono stati denunciati per resistenza e lesioni ad un pubblico ufficiale e per indebito superamento delle recinzioni».
m.b.