CRIMINALITA'

Sulmona, arrestati 9 rom dopo spedizione punitiva

L'inchiesta non è ancora chiusa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4049

Sulmona, arrestati 9 rom dopo spedizione punitiva
SULMONA. Dalle prime ore di questa mattina gli uomini del commissariato di Sulmona, stanno notificando nove misure di custodia cautelare ad altrettanti appartenenti alla comunità rom locale.

I provvedimenti, sono stati emessi dal gip, Massimo Marasca. L'inchiesta della Procura di Sulmona, coordinata dal pm Federico De Siervo, è relativa ai fatti avvenuti il 24 aprile scorso in un bar di Sulmona. In quell'occasione un gruppo di roma scese dalle auto con spranghe e bastoni mettendo a soqquadro il bar e ferendo due clienti - poco più che ventenni - che in quel momento stavano facendo colazione.
Una vera e propria missione punitiva nei confronti di un altro gruppo di giovani legati alla microcriminalità cittadina. Sabato scorso il questore dell'Aquila Stefano Cecere per motivi di sicurezza e ordine pubblico aveva disposto la sospensione della licenza per l'attività del bar per 10 giorni. Ulteriori particolari saranno forniti nella tarda mattinata in una conferenza stampa.

GLI ARRESTATI
Sono finiti ai domiciliari Guerino Di Rosa di 36 anni e Pasquale Di Rocco di 56 anni. Mentre a Franco Di Rocco (47), Mario Di Rosa (47), Roberto Di Rocco (40), Luigino Di Rosa (44), Maurizio Di Rosa (27) e Bruno Spinelli (37) è stata vietata la permanenza a Sulmona. A Federico Di Rocco (27), è stato imposto solo l'obbligo di firma. «La differenza fra le varie misure cautelari è dovuta ai diversi elementi di colpevolezza emersi nel corso delle indagini - ha spiegato in conferenza stampa la dirigente del commissariato di Sulmona Francesca La Chioma - determinanti sono state le prove raccolte dalla scientifica visto l'alto numero di persone appartenenti alla comunità rom locale che abbiamo dovuto controllare. Le indagini non sono chiuse e stiamo cercando di individuare le altre persone che hanno preso parte al raid, residenti fuori Sulmona». L'azione punitiva dei rom sarebbe scattata a seguito dell'aggressione di due ragazze sempre di origine rom, da parte di alcuni giovani di Sulmona, appartenenti alla criminalità locale e assidui frequentatori del bar preso di mira.