RIFIUTI

Cepagatti, incertezze su raccolta rifiuti. Sborgia: «il Comune faccia chiarezza»

Il consigliere comunale espone i dubbi al primo cittadino

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2915

Cepagatti, incertezze su raccolta rifiuti. Sborgia: «il Comune faccia chiarezza»
CEPAGATTI. «Perché questa amministrazione comunale non ha operato in tempo l’attivazione delle procedure di scelta del contraente per l’affidamento del servizio di raccolta Rifiuti Solidi Urbani?»

«Ci sono stati impedimenti, pressioni, o altro, tali da impedire agli organi tecnici del Comune di Cepagatti di attivare i bandi di gara?»
Sono alcune delle domande che il consigliere comunale di Cepagatti, Camillo Sborgia, ha rivolto al sindaco sul sistema di raccolta rifiuti in città. Il Comune secondo il consigliere, per quanto riguarda tale fondamentale servizio sarebbe già in regime di proroga da un anno. I dubbi prendono le mosse da un volantino del 2 maggio scorso con cui, secondo Sborgia, «l’amministrazione ha cercato di attutire l’impatto presso la cittadinanza circa i disagi che potrebbero verificarsi nella raccolta Rifiuti Solidi Urbani».
«C’è forte preoccupazione in città», ha detto, «per come il servizio di raccolta Rifiuti Solidi Urbani potrà svilupparsi e di certo la situazione di indeterminatezza che regna in Comune e l’approssimarsi dei caldi estivi che potrebbero determinare anche vere e proprie emergenze sanitarie non sono di conforto». Sborgia ha colto l’occasione perciò per approfondire la questione rivolgendosi direttamente al sindaco.  «Se la “normalità del servizio verrà ripristinata al più presto”», ha chiesto, «quali sono le ragioni attuali che non permettono all’attuale gestore del servizio, visto che in fondo non è cambiato, di continuare nella sua attività che ha avuto una proroga annuale?». Il consigliere ha sollecitato il primo cittadino ad attivarsi, come responsabile cittadino di Salute Pubblica, affinché si scongiuri una possibile emergenza rifiuti in città.