DROGA

Sequestrati 5 kg di hashish, due arresti nel teramano

A Pescara un uomo in manette

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1681

Sequestrati 5 kg di hashish, due arresti nel teramano
TERAMO. Cinquanta panetti da 100 grammi di hashish per un totale di cinque chili sono stati sequestrati, ieri pomeriggio, a Martinsicuro, dagli agenti della Squara Mobile della questura di Teramo.

In manette sono finiti due marocchini, residenti a Martinsicuro, ritenuti importanti trafficanti di stupefacenti. Si tratta di Mustapha' Chafik, 40 anni, e Abdelmayid Naghrifi, 35enne, in regola con i permessi di soggiorno. Gli uomini del dirigente della mobile Gennaro Capasso erano sulle loro tracce da tempo. Ieri hanno acquisito nuove importanti informazioni che hanno permesso alla polizia di intercettare la Renault Clio, tra Alba Adriatica e Martinsicuro, con a bordo i due trafficanti. L'auto e' stata bloccata e nascosti all'interno di un pannello a pressione sulla parte posteriore, lato destro del veicolo, sono stati rinvenuti i panetti di hashish. Oltre alla droga sono stati sequestrati tre cellulari. Sono in corso accertamenti per capire provenienza e destinazione dello stupefacente.

UN ARRESTO A PESCARA

Nel pomeriggio di ieri, i Carabinieri di Pescara hanno arrestato in flagranza, per il reato di spaccio di sostanze stupefacenti, Italo Forchetti, 50 anni di Chieti.  I militari dell’Arma, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti nel quartiere Fontanelle, hanno sorpreso l’uomo mentre cedeva, nei pressi di via Tiburtina ad un giovane tossicodipendente, un involucro contenente una dose di cocaina. I Carabinieri hanno immediatamente perquisito lo spacciatore e la sua auto, parcheggiata lì vicino, rinvenendovi all’interno una busta in cellophane contenente 100 grammi di marijuana. L’attività è stata poi estesa all’abitazione, all’interno della quale sono state rinvenuti e sequestrati ulteriori 400 grammi di marijuana, 250 grammi di semi di canapa indiana, 10 grammi di cocaina, un bilancino di precisione ed oltre 12.000 euro in banconote di piccolo e medio taglio, verosimilmente provento dell’illecita attività di spaccio. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.