L'ARRESTO

Bancarotta, era nell’area di servizio: arrestato l’imprenditore Stefano Giardini

Il controllo è scattato per alcuni sospetti dei finanzieri di ronda

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4629

Bancarotta, era nell’area di servizio: arrestato l’imprenditore Stefano Giardini
L’AQUILA. Un sospetto che ha fatto scattare dei controlli che si sono rivelati molto utili. Si è scoperto così che quell’uomo in sosta nell’area di servizio doveva essere in carcere…

L’arresto è scattato ieri  nella tarda serata quando  una pattuglia di finanzieri della Compagnia dell'Aquila durante uno dei controlli  disposti per l'intensificazione del controllo del territorio per il primo maggio ha notato presso l'area di servizio Valle Aterno Est della A/24 un uomo alla guida di una grossa auto.
L’autista della  Mercedes di grossa cilindrata sembrava agitato e secondo quanto riferito si comportava in modo strano. Per questo sono scattati i controlli. Si è scoperto così che l’uomo, Stefano Giardini, 50 anni, della provincia di Ancona,  risultava gravato di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal gip del tribunale di Ancona per truffa e bancarotta documentale. Ma in carcere non c’era mai andato essendo latitante.
Giardini, imprenditore marchigiano dalle molteplici attivita', e' stato accompagnato presso il carcere delle Costarelle dell'Aquila.