AMBIENTE

Pineta Dannunziana, riapertura parziale dopo i danni delle neve

Lavori a rilento: «garantire sicurezza ai cittadini»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1647

Pineta Dannunziana, riapertura parziale dopo i danni delle neve
PESCARA. Riapertura parziale fino al 1° maggio compreso, della frazione già bonificata del Comparto 2 della Pineta Dannunziana.

L’area che quella antistante lo Stadio Cornacchia, dove insistono un chiosco, un’area per gli anziani del quartiere e i giochi per i bambini. Da mercoledì 2 maggio l’area verrà nuovamente chiusa al pubblico almeno fino al 4 maggio per consentire all’impresa Martinelli di riprendere e portare a termine i lavori di ripristino e messa in sicurezza del parco che dovrebbero essere in dirittura d’arrivo nel comparto 2, tanto da lasciar prevedere la sua ormai prossima riconsegna alla città. Lo ha annunciato l’assessore ai Parchi Roberto Renzetti ufficializzando il provvedimento odierno.
«L’amministrazione comunale sta correndo per garantire al più presto la piena fruibilità della nostra pineta seriamente danneggiata dalle nevicate dello scorso febbraio», ha spiegato l’assessore.
«Ci siamo preoccupati di restituire vitalità al laghetto, con il rifacimento della rete fognaria, alle aree interne, con il rifacimento dei percorsi jogging e delle recinzioni, restituendo sicurezza agli stessi fruitori del parco istituendo persino il controllo degli agenti a cavallo». Ora si procederà anche con la riapertura al pubblico della Riserva, dove, trattandosi di ‘zona protetta’, prima di avviare qualunque intervento di manutenzione straordinaria, era necessario acquisire l’autorizzazione della Sovrintendenza, a firma della dottoressa Tomassetti arrivata solo lo scorso 24 marzo.
«Lo scorso 3 aprile», spiega ancora l’assessore, «il dirigente del settore Parchi ha sottoscritto la determina di affidamento dei lavori all’impresa Martinelli Giancarlo, per la cifra di 32mila 462,26 euro. Il cantiere è partito dal comparto numero 2, quello antistante lo Stadio Cornacchia, al quale abbiamo deciso di dare priorità per la presenza, all’interno, di un’attività economica alla quale vogliamo restituire funzionalità, liberando subito le aree solitamente occupate dagli anziani e dai bambini. E, dopo la riapertura a Pasqua, e per il 25 aprile, abbiamo deciso di rendere di nuovo fruibile al pubblico un ampio tratto del parco, opportunamente transennato, recintato e protetto per il ponte del Primo Maggio. L’area sarà dunque accessibile oggi, lunedì 30 aprile, e infine martedì primo maggio, per poi richiudere i cancelli mercoledì 2 maggio, per completare i lavori ormai agli sgoccioli».