IL SALVATAGGIO

Minaccia di lanciarsi dal sesto piano, salvato da poliziotta

«Se vieni tu non mi butto»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1806

Minaccia di lanciarsi dal sesto piano, salvato da poliziotta
PESCARA. E' stata una poliziotta a salvare la vita a un aspirante suicida di 44 anni.

L’uomo voleva gettarsi da una impalcatura situata al sesto piano di un palazzo di viale della Riviera: ha composto il 113, al telefono, e ha annunciato all'operatrice di polizia di volersi togliere la vita lanciandosi nel vuoto, senza dire però dove si trovasse. La donna ha tentato di capire in quale punto della città fosse l'uomo e ha tentato di convincerlo a non fare gesti tragici ma la telefonata si è interrotta per cui la donna si è attivata per rintracciarlo ed evitare il suicidio. In poco tempo ha individuato il numero di telefono cellullare dell'uomo, lo ha chiamato e ha avviato una conversazione con lui, per carpirne la fiducia e tranquillizzarlo.
Lui ha accettato di non lanciarsi dall'impalcatura ma ha posto come condizione la presenza sul posto della poliziotta: «Se vieni tu, non mi butto. Ma se viene la volante mi butto di sotto», ha detto. L'operatrice del 113 ha raggiunto viale della Riviera lasciando però che le auto della polizia si fermassero nel retro dell’edificio e mentre continuava a parlare al telefono con l'uomo, tre poliziotti della volante sono riusciti a raggiungerlo arrampicandosi sull'impalcatura. Poi, mentre due lo distraevano, il terzo lo ha cinto alle spalle e lo ha tratto in salvo. L'uomo, in buone condizioni fisiche di salute, è stato trasportato in ospedale.
Sul posto, nel frattempo sono intervenuti anche personale del 118 ed i vigili del fuoco, allertati dal 113.