LANCIANO

Ambiente: monitoraggio Mario Negri Sud: «a Lanciano aria pulita»

Segnalato miglioramento rispetto a rilevazione precedente

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2889

Ambiente: monitoraggio Mario Negri Sud: «a Lanciano aria pulita»
LANCIANO. La qualità chimica dell'aria a Lanciano piò essere definita discreta-buona e ottima in alcuni siti poco antropizzati.

Questi i risultati del monitoraggio effettuato su vasta scala, rurale ed in centro, dal Mario Negri Sud su richiesta del Comune a seguito delle polemiche su un precedente esame commissionato dalla Provincia di Chieti che assegnava a Lanciano la maglia nera di città più inquinata. I risultati sono stati presentati ieri dal sindaco Mario Pupillo.
Nell'area urbana la qualità dell'aria è apparsa meno buona, anche se nel complesso la si può ritenere «più che soddisfacente - si legge nelle conclusioni dello studio del Mario Negri Sud - anche in questo caso, comunque, appare quanto mai opportuno persistere nel monitoraggio, soprattutto per quanto riguarda la presenza di biossido di azoto, le cui concentrazioni, in alcuni siti, hanno oltrepassato il limite di legge per ciò che concerne la protezione della salute umana e la protezione della vegetazione».
La qualità chimica dell'aria di Lanciano e' complessivamente «migliorata» rispetto a uno studio simile del 2005 commissionato al Mario Negri Sud sempre dall'amministrazione comunale frentana allora guidata dal sindaco Filippo Paolini (Pdl).
«Per quanto riguarda l'area vasta i risultati hanno evidenziato una qualità dell'aria che si può definire buona per tutti gli inquinanti considerati», si legge ancora. «Della griglia relativa a questa stratificazione campionaria faceva parte anche il sito ricadente nella rotonda fra la Variante Frentana e via Tinari (nei pressi dei due centri commerciali cittadini, ndr) che ha invece denotato valori di concentrazione più elevati, in particolare per l'NO2 (biossido di azoto, ndr). Tale circostanza era attesa, in quanto il sito è da intendersi come urbano ed è pienamente coerente con quanto emerso nel precedente biomonitoraggio lichenico condotto dal CMNS per conto della Provincia di Chieti, che aveva evidenziato nello stesso sito uno stato di forte alterazione della qualità biologica dell'aria».
Il Mario Negri Sud, poi, definisce «anomala» la concentrazione dell'anidride solforosa (SO2) nel sito di Contrada Sant'Onofrio, dove è in fase di costruzione una centrale a biomasse.
«I miglioramenti possono essere ragionevolmente attribuiti al ringiovanimento del parco auto circolante - continua lo studio - poichè negli ultimi sette anni non sono state attuate significative politiche di pianificazione e di controllo/limitazione dei flussi di traffico veicolare che possano avere inciso in maniera significativa sulla quantità e distribuzione spaziale delle emissioni e, quindi, sulle concentrazioni in aria ambiente di determinati inquinanti».
Lo studio è stato condotto con il sistema dei Radiello, campionatori passivi di sostanze inquinanti posti in 25 siti del territorio comunale di Lanciano. «Si tratta della metodica ufficiale nell'ambito di analisi chimiche dell'aria, che contra oltre 10 anni di applicazione», ha spiegato Pagliani.