6 APRILE

Parco urbano di piazza d’Armi, 33 le proposte, anche da Spagna e Polonia

Nei prossimi giorni sarà nominata una giuria

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3619

Parco urbano di piazza d’Armi, 33 le proposte, anche da Spagna e Polonia
L’AQUILA. Sono 33 le proposte progettuali pervenute al Comune dell'Aquila per il bando di concorso internazionale del Parco urbano di Piazza D'Armi.

Le proposte, rigorosamente anonime e contrassegnate da un codice alfanumerico che assocerà successivamente i progetti ai proponenti, sono arrivate, oltre che da tutta Italia, anche da Spagna e Polonia.
La giuria, che sarà nominata nei prossimi giorni dal Comune dell'Aquila in base alle terne segnalate dai sottoscrittori del protocollo d'intesa (Consiglio Nazionale degli Architetti, Ordine degli Architetti della provincia dell'Aquila, Federazione degli Architetti Abruzzo e Molise, Inarcassa, Ance, Confcommercio Imprese per l'Italia e Rappresentanza Cittadinanza Attiva -Tavolo Piazza D'Armi) dovrà valutare i progetti e scegliere il migliore, che sarà poi realizzato nell'area in questione.
Quest’ultima, fino a pochi anni fa di proprietà demaniale e da sempre abbandonata, era stata acquistata già a febbraio del 2009 dal Comune dell'Aquila per due milioni di euro. «Dopo il terremoto – ha dichiarato l’assessore alla Ricostruzione, Pietro Di Stefano – è stata forte la volontà dell'Amministrazione perché quell'area diventasse il primo Parco urbano in città, fulcro della socialità e della cultura aquilana, nonché luogo di rinascita dello storico mercato di Piazza Duomo, esistente in città già dal 1308 e che sarà aperto tra breve. Grazie ai fondi della “legge mancia” messi a disposizione dai Gruppi del Pd alla Camera e al Senato, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha assegnato quattro milioni di euro per le opere di ristrutturazione e riqualificazione dell’area, mentre tre milioni di euro sono stati messi a disposizione dal Comitato Australian Abruzzo Earthquake Appeal Found per la costruzione di un teatro all'interno del Parco».
«Gli uffici della Pianificazione del Comune dell'Aquila, coadiuvati dal gruppo tecnico di lavoro e dai rappresentanti dei sottoscrittori del protocollo d'Intesa, hanno elaborato il bando di progettazione del parco urbano – ha proseguito Di Stefano – L’Aquila vedrà trasformata un'area da sempre in totale degrado. Mi auguro che le proposte abbiano colto nel pieno gli indirizzi del documento guida posto a base del concorso e che speditamente si possa procedere alla realizzazione del miglior progetto per la città».
            «Dopo l'approvazione del masterplan da parte del Consiglio Comunale – ha aggiunto il sindaco Massimo Cialente – è partito l'iter che finalmente vedrà una forte e positiva trasformazione dell'area di Piazza d'Armi. Ringrazio veramente tutti per l'ottimo lavoro sin qui prodotto. L'idea del concorso di progettazione voluto dall'assessore Di Stefano sarà anche un banco di prova di analoghe iniziative che potranno essere intraprese per la riqualificazioni di aree più limitate o edifici della città»