LA SENTENZA

Omicidio De Luca: imputata condannata a 25 anni

Assolta dall’accusa di occultamento di cadavere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1683

Omicidio De Luca: imputata condannata a 25 anni
TERAMO. Francisca Binicio Medina, la dominicana di 28 anni accusata dell'assassinio dell'imprenditore Carmine De Luca, 68 anni, di Torricella Sicura (Teramo) e' stata condannata a 25 anni di carcere.

La Corte d'Assise di Teramo, oggi pomeriggio, ha emesso il verdetto nei confronti dalla donna che nel maggio 2011, nella camera da letto dell'appartamento dell'uomo, a Piano Grande di Torricella, lo ha ucciso con una ventina di pugnalate su diversi punti del corpo utilizzando un coltello da cucina. Il pm aveva chiesto trent'anni. Francisca Binicio Medina è stata invece assolta, perchè il fatto non sussiste, dall'accusa di occultamento di cadavere.
L'extracomunitaria conosceva la sua vittima ed ha sempre sostenuto di averla lasciata in vita quando il giorno del ritrovamento del cadavere lasciò l'appartamento in cui era stata.
Il cadavere dell'ambulante fu scoperto dai carabinieri di Teramo, su segnalazione dei vicini di casa del pensionato, una settimana dopo la presunta data del delitto, che si fa risalire al 19 maggio.
A portare all'identificazione e all'accusa nei confronti della dominicana, arrestata a Genova qualche giorno dopo, furono le tracce di sangue rinvenute all'interno dell'abitazione che avrebbe tentato di cancellare: il Dna estratto da almeno 9 di esse sarebbe in perfetta coincidenza con quello estratto da un campione di saliva della donna.
La difesa della donna aveva chiesto l'assoluzione della extracomunitaria.