PESCARA

«Via Caduti per Servizio avrà la sua farmacia». Attesa per l’ok in Consiglio

L’assessore: «il piano è pronto». Oggi ultimo giorno utile

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2382

«Via Caduti per Servizio avrà la sua farmacia». Attesa per l’ok in Consiglio
PESCARA. Con le liberalizzazione delle attività farmaceutiche, l’amministrazione pescarese si prepara a varare il nuovo Piano comunale per il potenziamento del servizio con l’individuazione delle zone di insediamento delle nuove sedi.

La delibera, che prevede complessivamente l’apertura di quattro nuove attività, verrà portata oggi all’esame del Consiglio comunale nel corso di una seduta straordinaria dell’Assemblea, dopo l’ultima conferenza dei servizi convocata sempre per oggi alle 9.30. «Anche in questo senso», ha spiegato l’assessore alle Politiche sociali Guido Cerolini, «la nostra amministrazione comunale si prepara a rispettare l’impegno assunto dal sindaco con i cittadini di Fontanelle e con Don Max che da mesi ci chiedevano di istituire anche in via Caduti per Servizio una farmacia a disposizione dei tanti utenti anziani che oggi devono spostarsi ben più lontano per acquistare un farmaco».
Cittadini che oggi saranno presenti in massa in aula per assistere alla presa di posizione di tutte le forze politiche, di maggioranza e opposizione, dinanzi al provvedimento.
Il Piano è pronto: nei mesi scorsi il Governo ha varato il programma per il potenziamento del servizio farmaceutico a livello nazionale e su Pescara, sulla base dei calcoli sulla popolazione, potranno essere istituite quattro nuove attività portando a 37 le farmacie esistenti rispetto alle 33 attuali. Spetta al Comune individuare le nuove zone di insediamento, ovviamente sulla base di parametri come l’entità della popolazione residente in ogni quartiere e in tal senso la zona sud e quella collinare sono risultate in svantaggio rispetto a quella centro-nord. «Per tale ragione», spiega Cerolini, «abbiamo ipotizzato di localizzare tre delle nuove quattro farmacie nell’area sud-Portanuova e una nella zona Colli. Nello specifico, sentita la Asl e l’Ordine del Farmacisti, abbiamo ipotizzato l’apertura delle nuove attività nel quartiere San Silvestro, nell’area di via Cetteo Ciglia, a copertura della zona della via Tiburtina-ex Camplone, la terza tra via Colle Marino e via Colle di Mezzo, sopra il liceo scientifico Da Vinci, e, infine, la quarta è stata prevista in via Caduti per Servizio, nel rione Fontanelle».
La delibera con la localizzazione delle nuove attività dovrà necessariamente approdare oggi in Consiglio comunale perché i tempi concessi nel Decreto sono molto stretti e fissano al 24 aprile la data ultima per l’indicazione delle nuove dislocazioni. Superata quella data il provvedimento passerebbe direttamente alla Regione che assumerebbe la decisione al posto del Comune ma, ovviamente, senza conoscere le esigenze del territorio. E alla seduta di oggi parteciperanno i cittadini di via Caduti per Servizio, don Max, l’associazione Codici.