LA DENUNCIA

Benefici post sisma, ancora un aquilano denunciato per truffa

Ha ottenuto indebito arricchimento. Gli è stato concesso il Cas ed un modulo abitativo provvisorio

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1499

Benefici post sisma, ancora un aquilano denunciato per truffa
L’AQUILA. I carabinieri della compagnia di L’Aquila, al termine di un’attività di indagine relativa ai contributi ed i benefici post sisma, hanno denunciato in stato di libertà un 46enne aquilano per i reati di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico.

L’uomo dopo il terremoto del 6 aprile 2009, aveva attestando falsamente di avere «stabile e continuativa dimora presso l’abitazione di residenza», in questo  modo era riuscito ad ottenere il contributo per autonoma sistemazione.
Non contento in un secondo momento, il 46enne aveva anche richiesto ed ottenuto l’assegnazione di un modulo abitativo provvisorio confermando ulteriormente il possesso dei requisiti richiesti, omettendo però di comunicare il venir meno dei presupposti per il percepimento del contributo di autonoma sistemazione, che di fatto continuava ad incassare. 
E’ questo l’ennesimo caso che i carabinieri di L’Aquila hanno scoperto a distanza di ben 3 anni dal sisma. «I controlli da parte dei militari dell’Arma», ha detto il comandante Andrea Ronchey, «continueranno, proprio al fine di verificare la legittimità dei benefici di cui la gente continua ad usufruire».