PESCARA

Chiede pizzo a gestore di un bar: «500 euro al mese per non avere problemi»

Arresto scattato in flagranza

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2499

Chiede pizzo a gestore di un bar: «500 euro al mese per non avere problemi»
PESCARA. «Devi benedire il santino»: era questa l’espressione utilizzata da un pregiudicato pescarese tratto in arresto per il reato di tentata estorsione.

Una frase in codice ma molto chiara: se vuoi stare tranquillo devi pagare. La richiesta è stata avanzata nei giorni scorsi al titolare di un bar di Pescara che ha subito deciso di denunciare la cosa ai carabinieri e di non sottostare alla minaccia ricevuta.
La vicenda è iniziata qualche giorno fa. Il protagonista si chiama Aldo Cichetti, ha 49 anni, pescarese con precedenti penali. L’uomo è ritenuto responsabile del reato di tentata estorsione continuata.
Nei giorni scorsi con la scusa di una consumazione, Cichetti è entrato nel locale, per chiedere poi del titolare. Il proprietario, però non c’era e così l’uomo ha invitato un dipendente a riferire al titolare che questi avrebbe dovuto «benedire con soldi il santino» e che sarebbe ripassato nei giorni seguenti.
Il titolare ha denunciato immediatamente l’accaduto ai Carabinieri, che hanno attivato i servizi di controllo.
Ieri pomeriggio Cichetti è tornato nel bar chiedendo subito del titolare.
Dopo qualche minuto è arrivata una persona che ha detto di essere il responsabile del locale: Cichetti ha avanzato immediatamente la richiesta del versamento di 500euro da corrispondere il giorno 20 di ogni mese, «per non avere più problemi».
La persona però con la quale l’uomo stava parlando non era il titolare ma un carabiniere che, sentita la richiesta, ha tratto in arresto l’estorsore mettendolo a disposizione dell’autorità competente.
Grazie alla tempestiva denuncia del titolare, le forze dell’ordine sono state in grado di offrire una pronta ed efficiente risposta all’esigenza di sicurezza del commerciante, ribadendo una volta di più l’importanza di una fattiva collaborazione da parte dei cittadini.