IL CASO

Scusa ma mi candido a sindaco: lo scrittore Federico Moccia in corsa a Rosello

«Candidatura al di fuori dei partiti»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4926

Federico Moccia

Federico Moccia

CHIETI. Dopo giorni di trattative oggi il nodo è stato sciolto Il candidato sindaco di Rosello, provincia di Chieti, sarà il noto scrittore per adolescenti, regista, sceneggiatore e autore televisivo Federico Moccia.

«Grande soddisfazione» per il nome scelto è stata espressa da Enrico Di Giuseppantonio, e dal sindaco uscente del Comune di Rosello, Alessio Monaco. «Una candidatura, al di fuori dei partiti», dice Di Giuseppantonio, «che sa di cultura, di notorietà e di apprezzamento, per un personaggio che è anche un assiduo frequentatore di un piccolo centro della Provincia di Chieti, Rosello, a cui lo scrittore è molto legato anche dall'unione con la moglie, Giorgia Luzi, originaria della cittadina situata nell'entroterra chietino».
Apprezzato e quasi venerato dai giovani che si innamorano della sua penna fin dai tempi dei banchi del liceo, nel 2004 Moccia, con il suo primo libro "Tre metri sopra il cielo", spopola con un'enorme diffusione che gli regala un successo immediato e percettibile proprio tra quella generazione tanto difficile e tanto lontana dalla lettura.
I giovani infatti, si riconoscono nelle pagine di Moccia grazie al suo modo inusuale e ad un linguaggio a volte dissacratorio ma senz'altro sincero che parla al cuore di quei ragazzi tanto distratti ed immersi nella loro dimensione. Allo stesso Moccia è riconducibile anche un record di incassi per le rispettive riduzioni cinematografiche dei suoi libri. Nel febbraio 2011 esce nelle librerie con "L'uomo che non voleva amare" edito dalla Rizzoli. Sostiene Monaco: "in un momento di difficile crisi economica e sociale, una figura di spicco nel mondo della cultura sarà senz'altro un significativo contributo alla crescita di un piccolo comune ed anche dell'intera provincia.