SICUREZZA IN CITTA'

Blitz di 12 ore della polizia nel quartiere Rancitelli

40 agenti, 3 denunce, 6 veicoli sequestrati

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3032

Un posto di blocco

Un posto di blocco (Foto:Urbini)

PESCARA. Nuovo blitz della Polizia municipale di Pescara, coordinata dal maggiore Danilo Palestini, dall’alba di ieri e fino al tardo pomeriggio.

Dopo il blitz a via Caduti per Servizio, ieri controlli a raffica all’interno degli alloggi popolari, verifiche ambientali e stradali anche a Rancitelli. Questa volta l’operazione si è concentrata su altri due quartieri a ‘rischio’ della città, ossia Villa del Fuoco-Ferro di Cavallo e San Donato. Tre i cittadini denunciati all’Autorità giudiziaria, di cui uno per l’occupazione abusiva dell’alloggio, un secondo per furto di corrente elettrica e il terzo per furto di acqua potabile.
Ma nel pomeriggio sono stati effettuati accertamenti amministrativi anche all’interno di alcuni bar sotto la lente d’ingrandimento delle Forze dell’Ordine.
L’operazione è scattata alle 7 in punto con l’arrivo di 40 agenti della Polizia municipale a Rancitelli, nell’area del cosiddetto Ferro di Cavallo, a ridosso di quelle strade dove tra l’altro la notte tra martedì e mercoledì si è registrato il rogo di 6 autovetture e il danneggiamento di un bar. E le verifiche degli agenti hanno interessato via Tavo, via Lago di Borgiano e via Lago di Capestrano. Massima attenzione, innanzitutto, all’occupazione degli alloggi. Due le situazioni di abusivismo individuate in via Tavo: al civico 171 una donna è stata denunciata in Procura per occupazione abusiva di un appartamento dell’Ater, situato a un piano rialzato; al civico 183 un’altra donna è stata denunciata per furto di acqua potabile, avendo allacciato le linee della propria abitazione, al quarto piano, all’impianto condominiale. Due presunti casi di occupazione abusiva segnalati sono invece risultati un falso allarme: nel primo caso, in un alloggio in via Lago di Borgiano, al civico 14, è risultata la presenza di assegnatari regolari; nel secondo caso, in via Secchia numero civico 5, l’appartamento è invece risultato regolarmente murato senza alcuna traccia di danneggiamento.
La terza denuncia è scattata in via Lago di Capestrano, al civico 13, piano terra, una cantina, dove una donna è stata denunciata per furto di corrente elettrica. «Intanto – ha spiegato l’assessore Del Trecco – il Nucleo della Polizia ambientale della Municipale ha recuperato un cane di taglia media caduto in un canale di scolo profondo 4 metri e affidato alla Asl, mentre è stata richiesta l’assistenza della Attiva per la pulizia straordinaria di via Tavo, dal civico 171 al 185, oltre a verificare il decoro e le condizioni igienico-sanitarie delle scale condominiali in via Tavo 183 e in via Lago di Capestrano 13».
Nel pomeriggio l’intera squadra si è spostata a San Donato dove gli agenti del Nucleo Commercio hanno sottoposto a controlli il Bar Satellite, in via Basento, per verificare il possesso di tutte le autorizzazioni e la congruenza delle dichiarazioni, mentre il Nucleo della Polizia stradale ha sequestrato sei veicoli, uno in via Basento e 3 vetture e 2 motoveicoli in via Tavo in quanto privi di assicurazione.
«Le verifiche ovviamente non si fermeranno», ha assicurato l’assessore Del Trecco, «ma l’operazione continuerà a tappeto sull’intero territorio quale risposta efficace alle esigenze di sicurezza manifestate ovunque dai cittadini».