IL CASO

Giovedì senz’auto, commercianti protestano. Fiorilli: «multe valide»

Il vice sindaco smentisce l’ipotesi del consigliere Blasioli

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2147

Giovedì senz’auto, commercianti protestano. Fiorilli: «multe valide»
PESCARA. Hanno ribadito la loro contrarietà per i giovedì senz’auto nel centro di Pescara le associazioni di categoria presenti ieri alla riunione delle Commissioni Commercio.

L’incontro è stato sollecitato dai presidenti di Commissione Salvatore Di Pino (Politiche sociali), Nico Lerri (Ambiente) e Domenico Sabatini (Commercio).
Ma il no dei negozianti è arrivato a causa delle polveri sottili sempre a livelli molto alti e per gli evidenti danni per il commercio, vista l’impostazione e la gestione delle chiusure al traffico. Diversi i rappresentanti delle Associazioni di via del centro cittadino oltre alle associazioni dei commercianti; tra gli altri ha preso parte alla riunione anche Ezio Ardizzi della Confcommercio. Molte le proposte: la pianificazione di periodi a targhe alterne, la necessità prioritaria di inserire diversi pulmini ecologici da affiancare ad eventuali nuove chiusure al traffico, la pianificazione di eventi ed animazione nelle zone interessati a provvedimenti di chiusura per compensare l’effetto “deserto” causato dai “ calamitosi giovedì senz’auto”. Dunque, trasformare una evidente penalizzazione delle categorie dei commercianti in una vitale promozione del centro per non mortificare ulteriormente incassi e utenti che si recano in città. «Un segnale di dialogo la presenza degli assessori al Commercio ed alla Viabilità, Gianni Santilli e Berardino Fiorilli –ha sottolineato Salvatore Di Pino – dopo un inspiegabile atteggiamento di chiusura verso le istanze espresse dai consiglieri, dalle associazioni e dai presidenti di Commissione. Creare un calendario ragionato con interventi diversificati sarà l’unica strada percorribile, soltanto se condivisa apertamente dai commercianti e in sintonia con le reali esigenze dei cittadini, già esasperati da multe, tasse e sanzioni di ogni genere. Del resto i manifesti funebri affissi in molte vetrine la dicevano lunga sull’umore e le conseguenze delle iniziative sul traffico».
Intanto proprio Fiorilli chiede una assunzione di responsabilità da parte dei comemrcianti e assicura che le multe elevate la settimana scorsa «sono tutte valide» a differenza di quanto sostenuto dal consigliere del Pd Antonio Blasioli.
«Come previsto dalla normativa», spiega Fiorilli, «la chiusura straordinaria era stata adeguatamente pubblicizzata, segnalata, i cittadini erano informati, dunque quelle sanzioni sono e restano valide».
Intanto ieri mattina anche la Commissione Sanità presieduta da Vincenzo Berghella si è occupata del problema delle micropolveri e ha presentato la richiesta, indirizzata al Presidente del Consiglio comunale De Camillis, di voler convocare una seduta straordinaria del Consiglio comunale per l’audizione del Presidente dell’Associazione Sos Inquinamento dottor Vincenzo Stellabotte, del direttore del Reparto di Fisiopatologia respiratoria pediatrica della Asl di Pescara Gaetano Silvestre, del Coordinatore delle Oasi Wwf Abruzzesi Augusto De Sanctis e del dottor Marco Lombardo, oncologo di Pescara.