ARRESTO

Favoreggiamento della prostituzione, arrestato un rumeno a Montesilvano

L’uomo è stato fermato dai carabinieri

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2425

Favoreggiamento della prostituzione, arrestato un rumeno a Montesilvano
MONTESILVANO. I carabinieri della stazione di Silvi Marina hanno tratto in arresto Daniel Stoica, 25 anni residente in Romania. L’accusa è pesante: favoreggiamento della prostituzione aggravata.

L’arresto rientra nell’ambito di un’attività iniziata già da qualche tempo dall’Arma di Silvi, finalizzata a frenare l’introduzione e la permanenza sul territorio di cittadini rumeni privi dei requisiti necessari previsti dalla legge 30/2007. Non era sfuggito neppure lui: l’uomo per un periodo di tempo aveva dimorato nel territorio di Silvi, ma i militari si erano subito insospettiti perchè lo avevano notato in presenza di tre prostitute che pure avevano dimorato a Silvi, ma di sera esercitavano la prostituzione nella vicina Montesilvano e nella zona confinante di Marina di Città Sant’Angelo.
I carabinieri di Silvi, anche in relazione alle esperienze maturate in precedenza afferenti il contrasto della prostituzione, non hanno tardato a capire che le donne esercitavano la prostituzione sui comuni vicini, ma a “proteggere” l’ attività ci pensava il loro connazionale Stoica. Dalla fine di febbraio lo hanno costantemente monitorato, e ieri notte lo hanno tratto in arresto in flagranza sul lungomare di Montesilvano mentre andava a riprendere le donne per strada dopo il “lavoro”.
Sono in corso accertamenti per stabilire la provenienza di alcuni contratti di lavoro che l’arrestato e una delle prostitute fermate hanno presentato ai militari: lei risulterebbe una segretaria in un’azienda con orari 8-13 14-18, mentre lui un abile operaio in una ditta edile.
I carabinieri fanno sapere che non è la prima volta che si trovano di fronte a tale documentazione, la quale solo apparentemente appare regolare, ma di fatto cela meccanismi ben più complessi. Quest’ultima affermazione, fa chiaramente intendere che le indagini potrebbero avere un più ampio spettro.
L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di San Donato a Pescara in attesa dell’udienza di convalida che si terrà davanti al gip del Tribunale di Pescara.