L'AQUILA

Furti negli appartamenti inagibili, denunciati due aquilani

Ritrova i propri mobili al mercatino dell’usato

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

963

Furti negli appartamenti inagibili, denunciati due aquilani
L’AQUILA. Sono stati identificati dai poliziotti della Squadra Mobile della Questura di L’Aquila gli autori di alcuni furti avvenuti nei giorni scorsi all’interno di appartamenti non abitati della città.

Le indagini dei poliziotti della Sezione Antirapina della Squadra Mobile sono state avviate in seguito ad alcuni furti denunciati dai proprietari di alcune abitazioni di Via Piave nei pressi della Villa Comunale.
In particolare una delle vittime dovendo recuperare il mobilio ancora presente nell’abitazione, resa inagibile dal sisma 2009, lo scorso 24 marzo si era resa conto che poco prima ignoti avevano rubato tutto quanto era presente all’interno.
Nel corso di alcuni sopralluoghi effettuati sul posto dai poliziotti dell’Antirapina fin da subito appariva assai improbabile che per il furto non si fosse utilizzato un furgone attrezzato per traslochi anche per edifici a più piani. D’intesa con la divisione Anticrimine della Questura di L’Aquila i poliziotti della Squadra Mobile hanno avviato le verifiche nei confronti dei maggiori centri di raccolta e vendita di mobilio usato presenti in città. Contestualmente gli investigatori si sono messi sulle tracce di un giovane pregiudicato – impiegato in una locale ditta di trasporto – recentemente notato transitare insieme ad un incensurato di L’Aquila a bordo di un furgone attrezzato per il trasporto di mobili, proprio nei pressi della località dove si sono registrati i furti.
Intanto, nel corso di una verifica presso uno dei locali mercatini dell’usato, alcuni pezzi fra quelli sottratti presso l’abitazione di via Piave di proprietà di un 34enne di L’Aquila sono stati riconosciuti e, pertanto, dopo tutte le opportune verifiche, restituiti dagli agenti dell’Antirapina al legittimo proprietario che è rientrato così in possesso di circa 20 pezzi, fra cui arredo anche del 700’ di ingente valore.
Nel prosieguo delle indagini gli investigatori hanno accertato che ad aver versato al mercatino i mobili rubati era stato proprio il giovane incensurato - V.M. 26 anni senza precedenti penali – che, tuttavia, nei giorni scorsi era stato avvistato insieme al pregiudicato William Acierno, anche lui 26 anni, alla guida del furgone attrezzato per i traslochi.
Quest’ultimo ha precedente penali anche per furto. I due sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per il reato di furto in concorso.
Proseguono ulteriori indagini per verificare l’appartenenza dell’altro mobilio riversato da V.M. presso il mercatino dell’usato – nei confronti del cui titolare non è emersa alcuna violazione di natura penale -. Si invita, pertanto, chiunque dovesse riconoscere i propri mobili presenti in mercatini dell’usato a contattare immediatamente la Polizia di Stato attraverso l’utenza 113.