TRAFFICO & SMOG

Pescara senz’auto, 78 multe nelle prime 4 ore

Pugno duro della Municipale. Fiorilli: «discretamente soddisfatto»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3715

Pescara senz’auto, 78 multe nelle prime 4 ore
PESCARA. Si è chiusa con 78 multe, ciascuna per un importo pari a 80 euro, la prima parte del secondo giovedì di chiusura totale della città alle auto.

Questa mattina alle 9 in punto, come da programma, è scattato il programma di chiusura dei 76 varchi di accesso all’interno dell’isola pedonale: a sistemare le transenne in corrispondenza degli incroci sono state quattro squadre operative, composte, ciascuna, da Polizia municipale, volontari della Protezione civile, operai del Comune e unità di Pescara Parcheggi.
74 agenti della Polizia municipale e 20 volontari della Protezione civile, hanno assicurato la vigilanza dei varchi, mentre alcune pattuglie motomontate hanno effettuato la perlustrazione all’interno dell’isola per sorprendere i ‘furbetti’. Qualche criticità è stata segnalata poco dopo le 9 all’incrocio tra via Donatello-via Raffaello-via Masaccio, dove qualcuno ha spostato le transenne per infilarsi in viale Bovio. Le pattuglie in moto hanno subito provveduto a risistemare le transenne, dove sono poi stati posizionati gli uomini della Protezione civile. A causare un incolonnamento in via del Milite Ignoto, lasciata aperta al traffico come via di fuga, è stata invece l’inattesa presenza delle squadre che stavano effettuando la potatura degli alberi per conto del Comune, problema risolto in tarda mattinata.
«Le altre strade tutt’attorno alla cinta urbana non hanno risentito particolarmente della chiusura», commenta l’assessore Berardino Fiorilli, «segno che molti cittadini hanno compreso il provvedimento adottato dall’amministrazione comunale nella battaglia contro le micropolveri, e hanno scelto di spostarsi a piedi, in bici o con i mezzi pubblici». La Polizia municipale ha regolarmente consentito il transito degli automobilisti autorizzati, come medici, mezzi a servizio di persone invalide, o addetti alle manutenzioni, mentre 78 automobilisti non autorizzati sono stati sorpresi all’interno dell’isola pedonale e si sono visti comminare la multa di 80 euro ciascuna, spesso aggravata anche da altre situazioni concomitanti, come l’uso del cellulare alla guida o il mancato allaccio delle cinture di sicurezza. La chiusura riprenderà nel pomeriggio dalle 17 alle 19.
«Per il momento», ammette Fiorilli, «siamo discretamente soddisfatti della giornata odierna, anche se dovremo fare ancora meglio. Domani attenderemo l’arrivo dei rilievi dell’Arta per verificare gli eventuali effetti della giornata di chiusura sulla qualità dell’aria, senza però attenderci miracoli, visto che la presenza delle polveri non dipende esclusivamente dal traffico veicolare. Per lunedì prossimo, 2 aprile, invece, ho già convocato una nuova riunione tecnica per valutare la giornata odierna e decidere come procedere, fermo restando che ho deciso di posticipare la giornata di chiusura del traffico già prevista per il 5 aprile, giovedì santo, a dopo Pasqua, come richiesto anche dalle Associazioni di categoria dei commercianti»