INCHIESTA CALIGOLA

Inchiesta Caligola, Gaetano Fontana indagato. Ci sono pure Boschetti e Cesarone

In via di notifica l’avviso di proroga delle indagini

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7886

Gaetano Fontana

Gaetano Fontana

ABRUZZO. Un atto tecnico previsto dal codice che ha confermato quanto già si vociferava da settimane: Gaetano Fontana è indagato nell’inchiesta Caligola.

Ma la sorpresa è che nella stessa indagine sono indagati altri personaggi già noti alle cronache giudiziarie. Infatti insieme a Fontana ci sono Antonio Boschetti di 46 anni di San Salvo, Bernardo Notarangelo di 58 anni di Putignano, Camillo Cesarone di 55 anni di Chieti. Boschetti è indagato per corruzione, Notarangelo per associazione per delinquere finalizzata alla corruzione aggravata, Camillo Cesarone per rivelazione di segreti d'ufficio e favoreggiamento. I nuovi avvisi di garanzia che si aggiungono ai nove iniziali, sono stati notificati nei giorni scorsi, con la proroga delle indagini preliminari.
Insomma oltre Lamberto Quarta, ex braccio destro di Del Turco, già arrestato e indagato in Sanitopoli, riarrestato in questa inchiesta, vi sono anche altri imputati del maxiscandalo della sanità come Boschetti e Cesarone.
L’inchiesta Caligola è condotta dalla procura de L’Aquila ed ha portato agli arresti tra gli altri della dirigente regionale, Vanna Andreola e di Duilio Gruttadauria, titolare della ditta Ecosfera. Tra i reati contestati l’associazione a delinquere e la corruzione nell’ambito di un paio di appalti legati al programma Ipa Adriatico. Nell’inchiesta è coinvolta anche la società Cyborg per una serie di appalti ricevuti secondo la procura illecitamente.
Tra gli indagati non figurava ancora, però, il vertice della Struttura tecnica di Missione per la ricostruzione del post terremoto, Gaetano Fontana ma PrimaDaNoi.it aveva anticipato il suo coinvolgimento poiché avrebbe avuto legami e contatti con la società Ecosfera al centro dell’inchiesta.
Oggi la Procura della Repubblica dell'Aquila ha notificato a Fontana, ex direttore generale dell'Ance nazionale, l’avviso di proroga delle indagini.
«Non ne so nulla», ha detto Fontana che ha anche aggiunto di non aver ancora ricevuto nulla.
Si tratterebbe, come detto, di un atto tecnico previsto dal codice di procedura penale che nulla però dice rispetto alla effettiva rilevanza delle ipotesi accusatorie rivolte a Fontana. Le indagini potrebbero essere ancora lunghe ma la posizione di Fontana potrebbe essere addirittura archiviata e le contestazioni che riguardano la sua posizione potrebbero cadere ma ad oggi è ancora presto per dirlo.
Fontana del resto non ha mai chiarito i suoi rapporti con Ecosfera e con il suo vice che pure di quella stessa società ha fatto formalmente parte. Alcuni mesi fa proprio in seguito ai “rumors” lo stesso Fontana aveva annunciato le sue dimissioni dalla Struttura tecnica di Gestione post sisma, dimissioni che tuttavia sono state respinte dal Commissario Chiodi che prontamente gli ha rinnovato la sua fiducia.
Più problematica sembrerebbe la posizione di Boschetti e Cesarone da sempre molto legati a Lamberto Quarta e tutti ancora impegnati a seguire le udienze dibattimentali del processo Sanitopoli.
Intanto sembrerebbe che i fronti di Caligola si stiano allargando a dismisura e gli inquirenti si troverebbero di fronte ad una serie di nuovi filoni da valutare con attenzione. L’attività di indagine continua con perquisizioni e nuove audizioni di persone che potrebbero aver raccontato una serie di nuovi fatti che ora la polizia dovrà valutare insieme al pubblico ministero Antonietta Picardi che in questi giorni è impegnata a leggere una serie di nuove carte.
Oltre ai quattro, indagati nello stesso filone d'inchiesta ci sono: Duilio Gruttadauria, 61 anni, domiciliato a Carsoli, presidente del consiglio d'amministrazione e socio della societa' Ecosfera, Gruppo spa con sede a Roma; la moglie Anna Maria Teodoro, 59 anni, socio della societa' Ecosfera Gruppo spa; Lamberto Quarta, 56 anni, domiciliato a Francavilla al Mare (Chieti), consulente della societa' Ecosfera Gruppo spa volto noto del mondo politico abruzzese, Giovanna Andreola, detta "Vanna", 54 anni, residente a L'Aquila, dirigente del Servizio Attivita' Internazionali presso la Regione Abruzzo; il marito Michele Galdi, 56 anni; Corrado Troiano, 47 anni, socio della societa' Cyborg srl con sede a Chieti; Mario Gay, 58 anni, residente a Roma, componente la commissione d'appalto servizio di valutazione in itinere del programma di cooperzione trasfrontaliera Ipa Adriatico 2007-2013. Infine tra loro figurano l'ex sindaco di Pescara Luciano D'Alfonso e Alfredo Castiglione, ex vice presidente della Giunta regionale.

a.b.