SMOG & TRAFFICO

Pescara senz’auto, giovedì si fa sul serio: sanzioni per chi sgarra

Stop alle auto dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

4414

Pescara senz’auto, giovedì si fa sul serio: sanzioni per chi sgarra
PESCARA. La chiusura totale al traffico della città programmata per il prossimo giovedì 29 marzo a Pescara si farà.

Quella di giovedì 5 aprile, invece, è in forse. Probabilmente slitterà dopo Pasqua.
Dopo la riunione di ieri tra l’amministrazione pubblica, le associazioni ambientaliste e le associazioni dei Commercianti, dunque il governo Mascia mostra di credere ancora al blocco del traffico, nonostante i risultati scadenti in merito al miglioramento della qualità dell’aria. Ma dal vertice di lunedì mattina sono emerse anche altre decisioni importanti: «abbiamo istituzionalizzato e stabilizzato il Tavolo di lavoro odierno per programmare anche altre iniziative sul fronte della mobilità, iniziando oggi a decidere come muoverci in autunno quando, con il ritorno del freddo, si riproporrà il problema del Pm10», ha spiegato l’assessore alla viabilità Berardino Fiorilli.
L’assessore non si nasconde dietro un dito e ammette che la situazione «oggi è critica» e per uscire dal problema ci vuole «un’assunzione collettiva di responsabilità, tutti devono condividere e comprendere che eliminare il traffico è necessario per tutelare la salute degli stessi cittadini, commercianti compresi».
Fiorilli punta il dito contro quei cittadini che non coltivano una cultura dell’uso di mezzi alternativi all’auto privata: «la usano anche per spostarsi a venti metri da casa per comprare il latte».
«Lo abbiamo visto giovedì scorso», spiega ancora il sindaco, «quando, nonostante la campagna informativa a tappeto, in tanti hanno comunque violato l’isola pedonale, sfidando la Polizia municipale che da giovedì prossimo farà scattare le sanzioni. Ma noi vogliamo essere l’amministrazione comunale capace di avviare la rivoluzione culturale e lo stiamo già facendo promuovendo la pedonalizzazione del centro cittadino come opera infrastrutturale, e pensiamo a via Firenze e via Cesare Battisti, o via Mazzini, o ancora promuovendo i lavori della filovia, partiti con un colpevole ritardo di sei anni rispetto alla tabella di marcia per scelta della precedente amministrazione di centro-sinistra».
I commercianti, nei propri interventi, hanno chiesto «condivisione e programmazione» delle chiusure in modo da non spingere lontano dal centro i potenziali clienti. La Confcommercio ha invece sottolineato maggiormente la necessità di prevedere opere infrastrutturali per superare l’emergenza. «La prova della gravità dell’inquinamento atmosferico presente a Pescara – ha detto il professor Silvestre – viene dai test che ho condotto su alcuni bambini, residenti nell’area metropolitana, Pescara, Teramo, tutti asmatici allergici ai quali ho sospeso la terapia un mese prima di portarli al Campo scuola in montagna, diversificando ogni volta il posto, in aree che l’Arta ha certificato prive di Pm10 o benzene, sempre al di sopra dei 1.200 metri di altezza. I risultati dei test ci hanno dimostrato che l’eliminazione dei fattori inquinanti ha dimezzato i valori di asma allergica nei bambini. Consideriamo che oggi Pescara è inquinata quanto Torino e Milano, ma senza avere le stesse industrie e purtroppo i dati ci dicono che nel 2020, ossia tra otto anni, l’incidenza di decessi per insufficienza respiratoria sarà maggiore di quella per patologie tumorali».
Stessa linea quella del Wwf il quale ha sollecitato l’amministrazione comunale «ad adottare misure emergenziali ancora più rigide, ma continuando la campagna di sensibilizzazione avviata per consentire a tutti di prendere coscienza della situazione della nostra aria, utilizzando anche testimonial d’eccezione come il professor Silvestre, per incentivare i cittadini a lasciare l’auto a casa non per un giorno a settimana, ma sempre».
Giovedì prossimo, 29 marzo, si svolgerà regolarmente la chiusura totale al traffico della città, con gli stessi orari e modalità della scorsa settimana, dunque dalle 9 alle 12 e dalle 17 alle 19, dal confine con Francavilla al Mare sino al confine con Montesilvano. Questa volta però la Polizia municipale provvederà anche a sanzionare chi violerà l’isola pedonale.