TRAFFICO & SMOG

Pescara senz’auto, problema smog non risolto ma il Comune ci riprova

Giovedì prossimo nuova chiusura del traffico

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2355

 Pescara senz’auto, problema smog non risolto ma il Comune ci riprova
PESCARA. Vertice questa mattina in Comune sulla nuova chiusura al traffico della città già programmato per giovedì prossimo, 29 marzo.

Un vertice convocato per mettere a punto il miglioramento della segnaletica stradale, il potenziamento delle transenne e delle unità operative poste a protezione dei varchi per evitare la violazione delle aree chiuse alle auto. Ma soprattutto un vertice voluto per sentire la voce del territorio, ovvero di tutte le forze della città convocate attorno al tavolo, le associazioni di categoria dei commercianti che, a loro volta, avranno l’occasione per confrontarsi direttamente con le associazioni ambientaliste come il Wwf, Sos Inquinamento, il ‘Comitato dei Mille’, con il dottor Silvestre, del reparto di Fisiopatologia respiratoria pediatrica dell’ospedale civile di Pescara e anche con l’Aci.
I dati forniti dalle centraline dell’Arta parlano comunque di livelli sempre elevati delle polveri: in sostanza la chiusura di giovedì scorso è servita a ben poco e, come preventivato, non ha risolto il problema.
Nel giorno dello stop alle auto la qualità dell’aria in viale D’Annunzio e corso Vittorio è risultata ‘scadente’. Pessima, invece, a piazza Grue, teatro D’Annunzio, via Firenze, via Sacco, viale Bovio. Praticamente la stessa fotografia del giorno successivo, quando hanno liberamente circolato tutte le automobili.
«Riunirò tutti attorno al tavolo», ha spiegato l’assessore Berardino Fiorilli, «perché tutti devono prendere piena consapevolezza di quanto sta facendo la nostra amministrazione al fine di ridurre i problemi delle micropolveri, della situazione in cui oggi Pescara versa, e delle iniziative da adottare nell’immediato per proteggere i cittadini. Misure su cui mi aspetto condivisione e collaborazione, non solo sterili polemiche che non fanno crescere il territorio».
Operativamente, sostiene l’assessore, l’organizzazione della prima giornata di chiusura di giovedì scorso «ha funzionato, anche se sicuramente ci sono alcuni aspetti tecnici da migliorare, a partire dal potenziamento della segnaletica verticale».
«Sicuramente tali valori non dipendono esclusivamente dal traffico», ipotizza Fiorilli, «ma dalla concomitanza di tanti fattori come la presenza dei cantieri, la sabbia, la staticità dell’aria in assenza di vento, e dagli impianti di riscaldamento ancora accesi».

CHIUSURA AL TRAFFICO VIA BRAMANTE PER LAVORI
Stop alle auto, oggi, in via Bramante, una traversa di via Michelangelo, per consentire lo svolgimento dei lavori di sistemazione dei canali di gronda su un edificio privato dalle 8 alle 14. Scatterà mercoledì prossimo, invece, il nuovo parcheggio a pagamento nell’area di sosta di via Monte Faito, antistante il silos multipiano dell’ospedale civile di Pescara. Il parcheggio sarà a pagamento dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20, con la tariffa di 30 centesimi per la prima mezz’ora e un euro all’ora, frazionabile. «In tale maniera», ha spiegato ancora Fiorilli, «elimineremo la presenza ossessiva dei parcheggiatori abusivi che oggi di fatto assillano gli automobilisti che lasciano la propria vettura nell’area, senza però vessare gli utenti, che pagheranno tariffe ridotte al minimo, e corrispondenti al tempo di reale permanenza nell’area o di svolgimento di qualche mansione all’interno del nosocomio».