TERAMO

Omicidio Fadani, arresti domiciliari per i due rom condannati in appello

Attesa per la Cassazione dopo la sentenza di secondo grado

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1899

Omicidio Fadani, arresti domiciliari per i due rom condannati in appello
TERAMO. Danilo Levakovic e Sante Spinelli sono stati posti agli arresti domiciliari a seguito di ordine di esecuzione emesso dalla Corte d'Appello dell'Aquila.

I due rom sono stati condannati in appello a 10 anni di reclusione ciascuno, insieme ad Elvis Levakovic, tuttora in carcere per altra causa.
I tre sono stati riconosciuti colpevoli, in concorso, dell'omicidio preterintenzionale del commerciante 38enne di Alba Adriatica, Emanuele Fadani, ucciso con un pugno fatale il 10 novembre del 2009. Il provvedimento è stato eseguito ieri sera dai militari della stazione di Alba Adriatica che hanno notificato gli arresti domiciliari a Levakovic nella sua abitazione.
Spinelli, invece, che non era in casa, è stato rintracciato poco più tardi e condotto ai domiciliari. a procura aveva chiesto trent'anni per ognuno dei nomadi. Il procuratore Gabriele Ferretti e il sostituto Roberta D'Avolio avevano contestato a tutti l'omicidio volontario aggravato.
Emanuele Fadani, commerciante di 38 anni di Alba Adriatica fu ucciso l'11 novembre del 2009 con tre pugni davanti ad un pub di Alba Adriatica.