PESCARA

Pescara, 4 mln di euro per la nuova illuminazione cittadina

Il cantiere aprirà lunedì prossimo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1944

Pescara, 4 mln di euro per la nuova illuminazione cittadina
PESCARA. Saranno sostituite 2mila 851 punti luce spalmati su 200 strade della città.

L’investimento ammonta a circa 4milioni di euro: tutti gli impianti saranno dotati di riduttori di potenza al fine di garantire il contenimento della spesa per l’energia elettrica. Inoltre altri 1.368 punti luce aggiuntivi saranno dotati di tali riduttori. Lo scorso 13 marzo, al termine di una lunga vicenda amministrativa dinanzi al Tar e al Consiglio di Stato, la società Pescara Gas ha firmato il contratto con la società che si è aggiudicata la gara d’appalto, la Ceie Power Spa; ieri sono stati consegnati i lavori e ora si aprirà formalmente il cantiere che partirà dalla zona nord.
«Il cantiere – ha spiegato il sindaco Albore Mascia - ha avuto purtroppo una procedura farraginosa e complicata per un ricorso che ha rallentato l’avvio materiale delle opere».
Dal febbraio 2007 la gestione delle reti e degli impianti della pubblica illuminazione e dei semafori cittadini sono stati affidati a Pescara Gas Spa che non ha ereditato una situazione facilissima. Molti impianti erano ormai vecchi, superati, inadeguati alla nuova tecnologia, alle nuove normative, che ad esempio impongono l’abbattimento dell’inquinamento luminoso, ma soprattutto erano insufficienti rispetto alle cresciute esigenze della città, con la nascita progressiva di nuovi insediamenti residenziali, soprattutto nelle periferie. Una situazione che ha imposto alla Pescara Gas la predisposizione di un Piano di investimenti capace di dotare l’intera città di una rete nuova, moderna ed efficiente. Ed è stato un Piano progressivo: al 31 dicembre 2008 i punti luce a Pescara ammontavano a 18mila 55. Nel corso del 2009 la rete è stata estesa con ulteriori 1.042 punti luce, con un incremento del 5,77 per cento rispetto all’esistente: gli interventi hanno interessato corso Vittorio Emanuele, il lungomare sud, via Vespucci e via De Gasperi. Nel 2010 l’amministrazione comunale, con Pescara Gas, ha predisposto un Piano per l’ulteriore incremento della rete e il suo miglioramento tecnologico, con l’installazione di nuovi impianti conformi alle norme sia sul versante della sicurezza che dell’inquinamento luminoso. Pescara Gas ha emanato un bando di gara europeo che prevedeva un impegno di spesa per 6 milioni di euro, derivanti dal canone annuo che il Comune versa a Pescara Gas, ossia 1milione 250mila euro, e dagli attivi della società che lavora in house per poi reinvestire sul territorio in opere di ammodernamento della rete. Obiettivo del progetto predisposto era proprio quello di garantire, su quasi l’intero territorio, la sostituzione di impianti obsoleti. «Complessivamente – ha proseguito il sindaco Albore Mascia - parliamo della sostituzione di 2.851 lampioni della rete pubblica che faranno salire al 21,36 per cento la quota di ammodernamento della rete».
La procedura di gara di livello europeo, visti gli importi, è partita nell’ottobre 2010 e l’aggiudicazione provvisoria è avvenuta a giugno 2011: ad aggiudicarsi la gara in un primo momento era stata la ditta Ceit Impianti Srl. Tuttavia la ditta giunta seconda, la Ceie Power Spa, ha però presentato ricorso avverso l’aggiudicazione provvisoria e gli atti di gara chiedendo l’annullamento della procedura aperta indetta da Pescara Gas Spa, prima dinanzi al Tar, poi al Consiglio di Stato che, con sentenza del 26 ottobre 2011, notificata alla Pescara Gas il 14 novembre scorso, ha accolto il ricorso in appello della Ceie Power. Pescara Gas, il 22 dicembre 2011, ha aggiudicato l’appalto in maniera definitiva ala Ceie Power Spa.