L'AQUILA

Consiglio comunale L’Aquila, mercoledì ultima seduta del mandato

Appuntamento alle 9.30, in seconda convocazione, nella sala consiliare della Provincia dell’Aquila

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2193

Consiglio comunale L’Aquila, mercoledì ultima seduta del mandato
L’AQUILA. L’assemblea sarà chiamata a votare la delibera riguardante la nuova formazione delle aree a vincolo decaduto, le cosiddette “aree bianche”.

La proposta di provvedimento è definita, tecnicamente, come variante al Piano regolatore di salvaguardia per la cessione perequativa degli standard urbanistici. Durante la votazione su questo punto, nella seduta di ieri, è venuto a mancare il numero legale.
In Aula si parlerà anche dell’aggiornamento del Piano Urbano per la Mobilità, della riduzione delle tariffe per l’occupazione di suolo pubblico dei cantieri per la ricostruzione e della presa d’atto dell’estensione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti “porta a porta” da parte dell’Asm. Prevista anche l’approvazione dello statuto e la determinazione del conferimento patrimoniale alla fondazione onlus “Con noi e dopo di noi” e l’acquisizione al patrimonio comunale del complesso ex Sercom di Sassa. Il Consiglio sarà inoltre chiamato a esaminare il progetto di realizzazione di una strada ad Acquasanta e la relazione sugli esiti della Commissione d’indagine per la mancata attuazione della delibera del Consiglio Comunale n. 65 del 29 giugno 2009 relativa alla riorganizzazione del Comune dell’Aquila in un’unica sede.
Tra gli altri argomenti, la ricapitalizzazione della società partecipata Sed per le perdite di esercizio del 2010, l’avviso definitivo in ordine al provvedimento di mutamento di destinazione d’uso di alcuni terreni da destinarsi quale attività estrattiva, appartenenti al demanio collettivo parte del castello di San Antimo e parte di Collebrincioni, a favore della ditta Vaccarelli Antonio &C., l’atto di indirizzo per il rilascio concessione per ampliamento attività estrattiva, e il regolamento comunale in materia di disposizioni e linee guida per l’interramento di carcasse animali.
Sono stati aggiunti anche dei punti di prima convocazione. Nello specifico, la mozione proposta da Angelo Orsini per l’intitolazione dell’Università a Vincenzo Rivera, il suo fondatore, e due interrogazione. Una è stata proposta da Giuseppe Bernardi e Angelo Mancini e riguarda il progetto per la posa in opera e la gestione di un impianto solare termico presso il complesso sportivo di Verdeaqua, l’altra è stata presentata da Emanuele Imprudente e Antonello Passacantando e concerne il concorso per l’assunzione di un dirigente amministrativo. Quella di domani è l’ultima seduta del Consiglio comunale dell’Aquila del mandato 2007- 2012. Ai sensi dell’art. 38 comma 5 del testo unico per l’ordinamento degli enti locali, a partire dall’indizione dei comizi elettorali (prevista per venerdì 23 marzo) il Consiglio potrà adottare solo atti urgenti e improrogabili.
«Mi auguro che i consiglieri comunali», commenta Corrado Sciomenta (Mpa), «capiscano che la delibera sulle Aree Bianche non va votata. I cittadini sono stati ingannati da una campagna di disinformazione totale, nel corso della quale il sindaco e l’amministrazione attiva hanno gettato il fumo negli occhi della gente, facendo credere che questo provvedimento contenga dei vantaggi per la collettività che, in realtà, non ci sono affatto. Anzi, al contrario. La nuova normazione delle aree a vincolo decaduto, infatti, non consente di fare interventi diretti di edilizia, ma solo per comparti di lottizzazione. E’ una delibera che prevede l’assunzione di un impegno in questa direzione, non è una variante al piano regolatore».