TORINO DI SANGRO

Riserva naturale “Lecceta”: online servizi, percorsi, strumenti e coordinate

Una guida per turisti ed utenti

Redazione Pdn

Reporter:

Redazione Pdn

Letture:

4066

Riserva naturale “Lecceta”: online servizi, percorsi, strumenti e coordinate
TORINO DI SANGRO. Da oggi sul sito della Riserva leccetatorinodisangro.it.è partito il nuovo servizio online (Sistema Informativo Territoriale) per gli utenti della Riserva Naturale Regionale "Lecceta di Torino di Sangro". Uno strumento a disposizione di utenti e turisti per conoscere vincoli, sentieri e punti d’interesse da visitare.

Basta accedere sul sito della Riserva, www.leccetatorinodisangro.it al menù “Servizi” e cliccare su la voce “SIT” per accedere alle informazioni riportate su piattaforma Google. Appare la cartina dell’area  con i percorsi natura, (stagno, cimitero britannico, percorso escursionistico) e punti interesse (giardino mediterraneo, area picnic).
Nel Sit sono disponibili le coordinate geografiche, relative al Perimetro della Riserva, al Sito d’Importanza Comunitaria, alla Zonazione, alla Vincolistica, alle strutture, ai punti d’interesse ed è possibile selezionare ed attivare gli elementi che interessano relativi al perimetro della Riserva (nella voce Area Protetta), alla Carta Turistica o al Piano d’Assetto Naturalistico.
I dati sono geo-referenziati, ha precisato precisa Riccardo Mancinone, presidente della Società Terracoste e coordinatore della realizzazione del sit della Lecceta «ed essendo su orto-foto consentono di verificare, per esempio su un determinato terreno sul quale si vuole fare un’attività, quali sono i vincoli presenti e quale regime di protezione esiste, oltre che a poter vedere e scegliere da casa quale percorso fare e cosa visitare per un escursione prima di arrivare».
Inoltre il miglioramento della segnaletica nei percorsi, nei punti d’interesse e nelle strutture, con l’integrazione delle informazioni nei pannelli e brochure, rese disponibili anche in inglese agevolano la fruizione e l’offerta degli utenti.
«Il Sit» che è da oggi disponibile ha aggiunto Andrea Natale, Direttore della Riserva « è un primo passo che dovremo implementare. Oltre ad essere un valido strumento per la gestione della Riserva, prova a dare risposta ad un’esigenza percepita di richiesta di informazioni accessibili in modo semplice e senza burocrazia, stando comodamente a casa o in ufficio».