AEROPORTO

Aeroporto d’Abruzzo, addio al volo per Toronto

Il commissariamento della Saga è terminato a fine novembre scorso con l'uscita di scena di Carla Mannetti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

5488

Aeroporto d’Abruzzo, addio al volo per Toronto
PESCARA. Cambio di piani repentino e inaspettato per l’aeroporto d’Abruzzo.

Nelle ultime settimane i voli per Torino e per Tirana sono stati ridotti di frequenza. Per quanto riguarda il collegamento con l’Albania ( un Atr 72 da 68 posti), solo sei mesi fa la Saga commentava con entusiasmo i numeri: impennata del +33% nel periodo gennaio-agosto 2011 per una rotta definita «strategica verso i Balcani». Nella stagione invernale il volo è divenuto trisettimanale.
La Ryanair ha cancellato, invece, il volo per Eindhoven (Amsterdam) e annunciato quello per Dusseldorf. Ultima notizia è stata la cancellazione dello storico volo Pescara-Toronto, un volo attivo da ormai vent'anni che nelle ultime estati ha trasportato di media circa 7/8mila passeggeri a stagione.
Un volo importantissimo per la folta comunità abruzzese insediatasi in Canada. Poche righe per annunciare l’addio del volo da parte della Saga: «cancellata la programmazione estiva 2012 di Air Transat sull'Aeroporto d'Abruzzo. In relazione alla ottimizzazione della programmazione estiva Italia – Canada, Air Transat comunica che per l’anno 2012 non verranno operati i previsti voli tra l’Aeroporto d’Abruzzo e Toronto. Saga apprende la notizia con rammarico ed auspica che lo storico collegamento tra l’Abruzzo e il Canada venga ripristinato in un prossimo futuro».
Sia sui voli per Toronto che su quelli da Eindhoven i passeggeri non mancavano e allora perchè le compagnie stanno "volando" via da Pescara? Perchè l'aeroporto di Pescara non riesce più essere concorrenziale non solo tra i vari aeroporti ma anche con le compagnie aeree? Air Transat ha deciso di potenziare i voli su Roma e lasciare la città adriatica. Perché? Mancanza di una strategia commerciale appropriata?
Intanto il volo Air Vallè da e per Bucarest è stato posticipato al 6 aprile e questo ha contribuito ad alimentare le voci di chi sostiene che non partirà mai.
Nei siti specializzati si parla di problemi nel reperimento di velivoli da parte della compagnia per operare i voli dalla Romania, compresi i problemi di commercializzazione dei voli (mancanza di un broker romeno) ma con tante compagnie più grandi e famose come Wizzair perchè il commerciale Saga ha deciso di affidarsi a esperimenti nuovi come questo?
Rimangono anche le incognite sui numeri ed i benefici sul volo per Mostar annunciato ad agosto 2011e finanziato dalla Saga per circa 80mila euro per avvicinare anche Medgjugorie all'Abruzzo.
Le previsioni del presidente Lucio Laureti nel suo discorso di insediamento a fine novembre parlavano del raggiungimento e del relativo sfondamento della quota di 600mila passeggeri per l'aeroporto d’Abruzzo nel 2012. Dopo tutte queste cancellazioni le stime dovranno evidentemente essere riviste.
Nel frattempo i lavori di ampliamento e di restyling dell'aerostazione sono fermi dalla scorsa estate.