INQUINAMENTO

Qualità dell’aria, primi 7 giorni di marzo scadenti per Pescara

A Spoltore 6 giorni ‘pessimi’ e 1 ‘scadente’

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2459

Qualità dell’aria, primi 7 giorni di marzo scadenti per Pescara
PESCARA. La qualità dell’aria nei primi 7 giorni di marzo è stata nuovamente scadente per la città di Pescara.

Le centraline Arta hanno certificato nella prima settimana del mese ancora tanti problemi legati alle micropolveri. La strada che sta peggio è certamente via Sacco che ha registrato 5 giorni di qualità dell’aria ‘pessima’, 1 ‘scadente’ e 1 ‘accettabile’. Leggermente meglio fa viale Bovio ma la situazione resta critica: 4 giorni qualità ‘pessima’, 2 ‘scadente’ e 1 ‘accettabile’. In via Firenze 3 giorni su 7 la qualità rilevata è stata ‘pessima’, altri 3 ‘scadente’ e 1 ‘accettabile’. Invariata per tutta la settimana la situazione in viale D’Annunzio: 7 giorni su 7 ha rimediato il giudizio ‘scadente’.
Così come corso Vittorio che in 7 giorni riesce a collezionare 6 ‘scadente’ e 1 ‘accettabile’. Per piazza Grue invece 6 ‘passabili’, 2 ‘scadente’ e 1 ‘accettabile’.
Situazione da bollino rosso anche a Spoltore dove 6 giorni su 7 la qualità dell’aria è stata ‘pessima’ e 1 ‘scadente’. Anche a Montesilvano enormi criticità con 6 giorni ‘scadente’ e 1 ‘pessima’
E intanto oggi e fino a domani chiusura al traffico delle vie del centro cittadino per l’appuntamento con il ‘Week-End Ecologico’ del 2012 a Pescara.
Strade chiuse in via De Amicis, via Mazzini e via Regina Margherita, dalle 17 alle 19.
«E’ questa», spiega l’assessore Berardino Fiorilli, «una delle risposte dell’amministrazione comunale di Pescara all’emergenza sull’inquinamento atmosferico che stiamo affrontando con soluzioni strutturali, ossia ampliando la pedonalizzazione del centro cittadino, perché le iniziative di chiusura al traffico delle strade sono evidentemente momenti di sensibilizzazione nei confronti della città sicuramente utili, ma non sufficienti da soli a risolvere la problematica. E intanto nelle prossime ore decideremo ulteriori misure che potrebbero essere ancora più drastiche nella lotta allo smog».