L'INCHIESTA

Caso Lusi, sequestrati 5 immobili a Capistrello e 2 mln di euro al senatore

Nel mirino della Finanza il ‘tesoro’ dell’ex tesoriere della Margherita

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3108

Caso Lusi, sequestrati 5 immobili a Capistrello e 2 mln di euro al senatore
CAPISTRELLO. Cinque appartamenti a Capistrello, comune d’origine del senatore, due milioni di euro individuati su conti aperti presso l’ Allianz Bank.

Ma anche una villa ad Ariccia data in usufrutto alla nipote: sono questi i beni oggetto di un provvedimento di sequestro preventivo, disposto con urgenza dalla procura di Roma ed eseguito quest’oggi dal nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza, nell'ambito dell'inchiesta che vede il senatore Luigi Lusi indagato per appropriazione indebita aggravata, in relazione all'ammanco di 13 milioni di euro sottratti dalle casse della Margherita.
Sia gli appartamenti che i soldi sono tutti riconducibili all'ex tesoriere del partito.
Il senatore nelle scorse settimane è stato espulso dal Pd: è accusato di appropriazione indebita. Si è detto disposto a restituire 5 milioni e ha chiesto di patteggiare una pena non superiore a un anno di carcere, con la sospensione della pena.
Il provvedimento di quest’oggi non è isolato. Nei giorni scorsi, infatti, su richiesta del procuratore aggiunto Alberto Caperna e del pm Stefano Pesci, il gip Simonetta D'Alessandro aveva disposto il sequestro delle quote societarie della 'Ttt' e della 'Paradiso Immobiliare', entrambe controllate dal senatore e proprietarie dell'appartamento di via Monserrato, a Roma, e di una villa a Genzano.
All'ex tesoriere, poi, la Finanza aveva 'congelato' poco meno di 500mila euro trovati nei conti correnti aperti presso una filiale Unicredit.