RIFIUTI

Rifiuti, approvato a Giulianova l'istruttoria sulla gestione concorrenziale

Si tratta del passo preliminare al bando di gara europeo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1377

Rifiuti, approvato a Giulianova l'istruttoria sulla gestione concorrenziale
GIULIANOVA- Con l'approvazione dell'istruttoria sulla gestione concorrenziale, inviata all'Autorità Garante della concorrenza e del Mercato, è iniziato l'iter per l'affidamento del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti ad un gestore unico.

«Giulianova, come avevo promesso e come è giusto che sia, mantiene fede ai propositi di voler espletare la gara europea per individuare il soggetto cui affidare il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, attualmente affidato da tutti i comuni compresi nel Consorzio Intercomunale Rifiuti Solidi Urbani, il Cirsu, con ordinanza contingibile ed urgente. E' poi appena il caso di rammentare», afferma il sindaco Francesco Mastromauro, «che tutti i Comuni della provincia, Teramo compresa, dovranno individuare il gestore del servizio mediante bando di gara a livello europeo. Per cui – prosegue il sindaco - se da una parte sono orgoglioso che la nostra città abbia dato dimostrazione di attivismo anticipando tutti, dall'altra mi rammarico del fatto che, nonostante lo avessi auspicato nell'incontro del 22 febbraio scorso, nessun altro comune socio Cirsu, ad esclusione di Bellante, abbia voluto affidare al Cirsu il compito di individuare un unico gestore per i 6 comuni del Consorzio». Per cui Roseto, Notaresco, Morro d'Oro e Mosciano andranno per la loro strada, ciascuno individuando un affidatario del servizio.
« Per quel che riguarda noi – dichiara ancora Mastromauro – c'è da dire che la procedura prevede il parere preventivo da parte dell'Autorità Garante entro 60 giorni dall'invio dell'istruttoria. Una volta avutolo, il progetto riguardante le modalità di svolgimento del servizio verrà portato in Consiglio comunale per l'approvazione. Dal momento della pubblicazione del relativo bando potranno pervenire, nei 52 giorni successivi, offerte da tutta Europa, anche da parte della Team del presidente Cantagalli se riterrà opportuno partecipare, e quindi si procederà all'aggiudicazione definitiva. Importante sottolineare – conclude il sindaco – che il prezzo fissato come base d'asta, quindi suscettibile di ribasso, è inferiore dell'8% rispetto a quanto spendiamo attualmente, e comprende oltretutto le spese necessarie per la gestione della nostra Stazione ecologica, prossima ad entrare in funzione».