L'INCHIESTA

Consulenze Asm, la procura è per l'archiviazione

Il sindacato Ugl non ci sta e si oppone

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1387

Consulenze Asm, la procura è per l'archiviazione
L’AQUILA. Per l’Ugl l’indagine sulle consulenze Asm (Azienda igiene urbana) è una questione tutt’altro che chiusa.

Lo fa sapere il segretario provinciale Comandino Di Lorenzo che interpellerà la Procura de L’Aquila che ha in mano il fascicolo (depositato dalla Guardia di Finanza) ed interesserà anche la Corte dei Conti. Il sindacato mira ad ottenere chiarimenti su alcuni fatti emersi in seguito alle indagini condotte dalla Guardia di Finanza che ha comunicato il deposito del fascicolo in Procura.
In particolare Di Lorenzo segnala una consulenza per la stesura di un progetto di raccolta differenziata, a suo dire, già presente negli atti dell’azienda e redatto antecedentemente all’ingresso della consulenza stessa. «A cosa serviva quindi questo incarico», si chiede, «e questo sciagurato dispendio economico ai danni dei contribuenti?»
Le indagini sull’azienda presero le mosse tempo fa (luglio 2011) quando il sindacato Ugl chiese che si indagasse su presunti casi di parentopoli all’interno della Asm Spa la società di proprietà del Comune de L'Aquila che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti, con l'annuncio di esposti alla magistratura.
In una nota a firma di Comandino Di Lorenzo segretario provinciale aggiunto dell'Ugl Igiene Ambientale affermava che «l'Asm era diventata l'ufficio di collocamento privato».
Anche il sindaco Massimo Cialente aveva chiesto al presidente dell'azienda, Luigi Fabiani, di avviare un’indagine interna e di istituire una commissione che avrebbe dovuto redigere una relazione sulla materia. Un’ iniziativa salutata positivamente dal sindacato.