CONSUNTIVO GDF 2011

Evasione, nel 2011 sottratti nel Pescarese 180 milioni di euro al fisco

Denunciate 128 persone per reati fiscali, 68 evasori totali

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3289

Col.Mauro Odorisio

Col.Mauro Odorisio

PESCARA. Il comandante provinciale della Guardia di Finanza, Mauro Odorisio, ed il comandante del reparto operativo Aeronavale, Franco Ceccarini, hanno presentato il bilancio delle attività del 2011.

Sono stati scoperti in tutta la provincia 180 milioni sottratti al fisco, denunciati 128 soggetti per reati fiscali e avanzate proposte di sequestro per oltre 48 milioni di euro.
I ricavi non dichiarati ammontano a circa 156 milioni e, l’evasione all’Iva, è stata calcolata in circa 21 milioni di euro. In relazione alle evasioni più rilevanti, sono state avanzate 31 proposte di sequestri cautelari per garantire il credito erariale in capo a beni mobili ed immobili per un valore di oltre 48 milioni di euro (€ 48.813.197,17).
Complessivamente sono state eseguite circa 400 attività ispettive (167 verifiche e 231 controlli) e accertati anche casi di evasione fiscale internazionale
Serrata la lotta nei confronti del “sommerso d’azienda”. Sono stati infatti scoperti ben 80 evasori (68 totali e 12 paratotali), ovvero soggetti che pur svolgendo attività economiche non hanno mai presentato dichiarazione dei redditi oppure indicato ricavi inferiori al 50% di quelli effettivi, con un’evasione pari a 150 milioni di euro base imponibile in materia di imposte dirette (€ 149.122.543,00); 17 milioni di euro Iva (€ 17.444.218,00).
In materia di contrasto al “sommerso da lavoro”, incisiva è stata l’azione di contrasto con la scoperta di 81 posizioni irregolari (68 lavoratori completamente in nero); la contestazione di violazioni fiscali e in materia previdenziale nei confronti di 20 aziende.
Nei confronti dei soggetti obbligati al rilascio di scontrini e ricevute fiscali sono stati effettuati 2003 controlli con 585 violazioni contestate pari circa al 30% dei controlli che hanno condotto, nei casi di reiterazione, delle violazioni all’emissione di 22 proposte di chiusura degli esercizi commerciali responsabili.
Nel settore giochi e scommesse sono stati effettuati 52 controlli, sequestrati 13 apparecchi (videogiochi) e comminate sanzioni amministrative per oltre 100 mila euro.
«Nel 2012», hanno sottolineato Odorisio e Ceccarini, «la Guardia Di Finanza punterà a garantire ulteriormente la qualità degli interventi attuando una più diffusa aggressione dei patrimoni degli evasori. Tuttavia, siamo sempre più convinti che quello della “legalità fiscale” è un messaggio che deve passare attraverso i cittadini. È indispensabile la collaborazione di tutti i cittadini onesti che devono far valere i loro diritti chiedendo, ad esempio, la regolare emissione di uno scontrino, una fattura e una ricevuta fiscale».
Alta l’attenzione anche sul fronte degli sprechi e degli sperperi della spesa pubblica. Scoperte numerose frodi che vanno dai “finti ciechi”, che si recano a ritirare i soldi mensilmente, a forme via via più sofisticate come la sottoscrizione da parte di enti locali di contratti in strumenti di finanza derivata (Swap che ha condotto a perdite considerevoli nei bilanci).
Complessivamente sono state scoperte frodi per oltre 1 milione di euro, in materia di finanziamenti europei e nazionali e segnalati alla Corte dei Conti danni erariali per oltre 5 milioni di euro, di cui € 4.317.522,10 derivanti dalla sottoscrizione dei cosiddetti “Swap” da parte di un Ente territoriale.

FONDI TERREMOTO
Sul fronte delle indebite percezioni di provvidenze previste per il ripristino dell’agibilità di abitazioni danneggiate dal sisma è stata portata a termine l’attività di servizio denominata “Mattoni Puliti”.
Le indagini hanno consentito di appurare la commissione di numerosi abusi sistematicamente perpetrati nel corso delle operazioni di ricostruzione post sisma per i danni subiti dagli immobili classificati con tipologia “A – B – C – E”, nel comune di Torre De’ Passeri, comune rientrante nel cosiddetto “cratere”.
L’importo in frode, sottratto ai fondi destinati a beneficio delle popolazioni colpite dal sisma, è stato pari a circa 455 mila euro con un danno erariale accertato di oltre 900 mila euro. Inoltre, sono state arrestate 7 persone tra imprenditori e tecnici del comune.

SPESA SANITARIA
Sul versante della spesa sanitaria, oltre alla eclatante scoperta di 5 falsi ciechi e le indagini condotte sulle Commissioni Invalidi Civili di competenza dell’Azienda USL di Pescara con la denuncia di 65 dipendenti dell’Azienda ed un danno erariale quantificato in circa 300.000 euro, sono stati condotti accertamenti che hanno disvelato la falsità di certificazioni prodotte da una ditta fornitrice di filtri sterili alla Asl, in virtù di gara aggiudicata nel 2008.
Il sequestro ha riguardato complessivamente 4.158 dispositivi medici sterili di filtraggio in tutta Italia nonché 8.986 etichette adesive recanti falsa marcatura di Organismo notificato.

LOTTA ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICA
Scoperti patrimoni illeciti per 14.452.812,00 milioni di euro, accertati 3.585.281 milioni di euro in materia di antiriciclaggio e sequestrate 356.498 prodotti contraffatti nonché denunciati 25 soggetti alla A.G. per traffico di sostanze stupefacenti