L'AQUILA

Controlli in negozi cinesi, sequestrati 1.500 prodotti

Carabinieri in azione: «merce dannosa per la salute umana»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2390

Controlli in negozi cinesi, sequestrati 1.500 prodotti
L’AQUILA. Ispezione in località Campo di Pile, «violate norme comunitarie»

I Carabinieri di L’Aquila, insieme a quelli del Nucleo Antisofisticazione e Sanità di Pescara e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di L’Aquila, hanno dato esecuzione ad un servizio straordinario per il controllo del territorio, finalizzato, in particolare, all’ispezione di esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi.
In particolare, i militari hanno ispezionato un grosso iperstore che si trova a L’Aquila, località Campo di Pile. Il servizio svolto, rientra tra quelli tesi alla tutela dell’igiene e della salute pubblica ed era finalizzato alla verifica circa l’eventuale commercializzazione di prodotti dannosi per la salute poiché non conformi alle normative vigenti, anche con specifico riferimento sia al codice del consumo che alla normativa comunitaria.
I militari hanno sottoposto a sequestro circa 1.500 confezioni di svariati prodotti: giocatoli, casalinghi, prodotti per la cura della persona e cancelleria. Tutta la merce era esposta alla libera vendita non rispettando la sicurezza generale dei prodotti, in violazione decreto legislativo nr. 206 del 06/09/2005 “Codice del Consumo”.
Inoltre, è stata elevata una sanzione amministrativa di circa mille euro poiché i prodotti sottoposti a sequestro non riportavano in modo chiaro e leggibile le indicazioni previste dalla normativa statale e da quella europea.
In regola sia con la normativa del lavoro sia con il permesso di soggiorno sul territorio dello stato italiano, invece, tutti i dipendenti.