VASTO

Picchiò ragazzo di Vasto, denunciato buttafuori

L’episodio avvenuto a dicembre

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4262

Picchiò ragazzo di Vasto, denunciato buttafuori
VASTO. L’episodio è avvenuto in una nota discoteca di Cremona, dove il ragazzo abruzzese si trovava in compagnia di un amico per puro divertimento.

Aveva bevuto un bicchiere di troppo, ma non aveva molestato nessuno, come spesso avviene in casi simili, ma aveva assunto un atteggiamento esuberante ed egocentrico, tipico di coloro che abusano di alcool. Evidentemente quel modo di fare aveva indispettito il servizio di vigilanza.
Se ne stava seduto al banco delle consumazioni con il suo amico quando un “buttafuori” dopo un’accesa discussione diretta a fare uscire dal locale il giovane vastese ubriaco, lo ha spinto e gli ha sferrato un pugno in pieno viso, poi lo ha afferrato per il braccio per portarlo fuori.
L’amico è intervenuto, cercando di mettersi in mezzo ai due, per evitare che il ragazzo venisse nuovamente colpito, ma il buttafuori è riuscito comunque a sferrargli un secondo colpo, questa volta violentissimo, alla testa che lo ha fatto stramazzare al suolo incapace di reagire.
I ragazzi sono stati così trascinati fuori dal locale di peso. Nonostante le richieste di aiuto, nessuno del personale della discoteca ha prestato soccorso al ragazzo ferito, in evidente stato di choc.
E’ intervenuto, invece, un equipaggio della Polizia e del 118. Il ferito, accompagnato in pronto soccorso, ne è uscito con una prognosi di 10 giorni, poi prorogati dall’aggravamento dalle lesioni che sono ancora lontane dall’essere guarite, perché inferte in testa e al viso.
Intanto la Polizia di Cremona, insieme al commissariato di Vasto, ha avviato un’ indagine congiunta, diretta a capire il perchè di tanta violenza. Gli Operatori della Squadra Anticrimine del Commissariato, coordinati personalmente dal Dirigente Cesare Ciammaichella, forti delle informazioni raccolte dai colleghi di Cremona, hanno interrogato a lungo la vittima sui fatti accaduti in discoteca anche in relazione alle dichiarazioni dell’amico che aveva assistito ai fatti cercando di aiutarlo.
Inizialmente il ragazzo aveva fornito solo una vaga descrizione del suo aggressore: i capelli rasati, la carnagione scura e la corporatura robusta. Dopo un’attenta ricostruzione dei fatti i tasselli della memoria sono stati ricomposti e la vittima ha iniziato a ricordare più chiaramente tutti gli aspetti della vicenda.
Successivamente, quando i poliziotti gli hanno mostrato un album fotografico di persone che corrispondevano alle caratteristiche descritte dalla vittima, il ragazzo non ha avuto più dubbi. Tra quelle foto c’era il suo aggressore, senza ombra di dubbio.
Il buttafuori è stato identificato: è un egiziano di 38 anni che dovrà rispondere di reati gravi contro la persona.