TORTORETO

Ex dirigente comunale indagato, arriva la Commissione speciale d’indagine

«I lavori dovranno chiudersi entro 6 mesi»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2635

Ex dirigente comunale indagato, arriva la Commissione speciale d’indagine
TORTORETO. Il Consiglio comunale di Tortoreto, ieri sera, ha votato all’unanimità l’istituzione della Commissione Consiliare Speciale di Indagine ( ex art.34 Statuto).

L’organo sarà presieduto dal capogruppo del Pd all’opposizione, Rolando Papiri (già presidente della commissione di vigilanza). Componenti sono stati eletti i consiglieri di minoranza Mauro Postuma e Innocenzo Taddeo. Per la maggioranza, Alessandra Richi, Giandomenico Pinto e Silvestro De Santis. La commissione d’indagine dovrà lavorare attorno al problema del dirigente dell’ufficio ragioneria accusato di peculato per le note vicende legate all’utilizzo di fondi comunali per transazioni private.
La delibera che istituisce la commissione dà facoltà di convocare in audizione persone informate sui fatti, acquisire documenti anche riservati, richiedere al sindaco di attivare le procedure per consulenze quando non siano disponibili all’interno dell’ente figure di supporto idonee. La commissione sarà tenuta al segreto d’ufficio, le sedute saranno chiuse e sarà vietata la divulgazione delle notizie e degli esiti dell’indagine in corso.
I lavori della commissione dovranno esaurirsi nel giro di sei mesi, prorogabili qualora la delicatezza e la complessità dei lavori richiedano tempi più ampi. La commissione verificherà anche la sussistenza di eventuali danni contabili prodotti. Alla fine del lavoro, relazionerà al Consiglio comunale
«Speriamo di non trovare, nel corso del lavoro di indagine – auspica il presidente Papiri- grossi problemi che tolgano serenità a tutti».
Pensiero condiviso dal consigliere Taddeo. Per il vicecapogruppo della maggioranza, Stefano Lancianese, è un segnale positivo il fatto che sul punto ci sia la convergenza delle due frange del consiglio. Il sindaco, Generoso Monti, ha ringraziato tutti per la fattiva collaborazione. Con i soli voti di maggioranza, è stata anche approvata la parziale modifica art.56 del Regolamento comunale di contabilità, prevedendo, con il comma 2 bis, l’aggiunta di atti cartacei a supporto di quelli telematici nell’ottica di maggiore tutela, trasparenza e controllo dei flussi economici.