CHIETI.

Scoperta frode milionaria da 7,5 mln di euro

Una persona denunciata.Consegnata al Demanio villa sequestrata ai Rom

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1863

Scoperta frode milionaria da 7,5 mln di euro
CHIETI. La Guardia di Finanza di Chieti, dopo circa un anno di attività, ha ricostruito e accertato una frode alle imposte sui redditi, all’Irap e all’Iva per l’imponibile pari a Euro 7,5 milioni circa, sottratto a tassazione.

La società teatina che operava nel campo della vendita di autoveicoli nuovi ed usati, è risultata evasore totale e sconosciuto al fisco.
I finanzieri di Chieti hanno ricostruito il reale volume d’affari conseguito dalla società, tramite un minuzioso lavoro di ricomposizione della frammentaria documentazione contabile ed extracontabile rinvenuta e dall’incrocio dei documenti acquisiti con i terminali in dotazione al Corpo. L’esito dell’attività di verifica è stato inviato all’Agenzia delle Entrate – direzione provinciale di Chieti – per il successivo recupero delle somme sottratte all’imposizione fiscale.
Il legale rappresentante della società è stato denunciato. E’ stata inoltrata la proposta di sequestro preventivo dei beni mobili e immobili alla locale Procura della Repubblica.

SEQUESTRATA VILLA AI ROM
E’ stata invece consegnata al Demanio una lussuosa villa, dal valore di oltre 1,2 milioni di euro, sequestrata a due coniugi Rom dalla Compagnia di Vasto. Il bene fu confiscato dal Tribunale di Vasto ai sensi dell’art. 12 della Legge 356/1992 (Legge di contrasto alla criminalità mafiosa) e confermato successivamente dalla Corte d’Appello de L’Aquila a seguito di ricorso presentato dalla parte.