LA TRUFFA

Finti biglietti aerei per Toronto, Dubai e Australia: denunciata titolare di agenzia di viaggio

Cinque i casi scoperti ma si sospetta che possano essere molti di più

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4736

Finti biglietti aerei per Toronto, Dubai e Australia: denunciata titolare di agenzia di viaggio
SCAFA. I clienti pensavano di aver acquistato biglietti aerei o pacchetti vacanza. In realtà sarebbero stati truffati da una agenzia di viaggi di Scafa.

C’era chi ha risparmiato per mesi, chi stava per fare finalmente il viaggio dei propri sogni. Ma per tutti il risultato finale è stato lo stesso: una doccia gelata quando hanno scoperto che nessun aereo era stato prenotato per loro e nessun albergo li attendeva nelle località scelte e sognate per mesi.
La vicenda è stata scoperta nei mesi scorsi dai carabinieri di Scafa che hanno operato in collaborazione con i militari di Popoli, diretti dal capitano Pasquale Del Giudice.
Il primo caso risale all’agosto del 2011: durante le operazioni di check in all’aeroporto di Pescara, destinazione Toronto, l’amara scoperta per due abruzzesi con valige al seguito: i biglietti aerei erano contraffatti, viaggio saltato, si torna a casa. Eppure i due turisti avevano pagato regolarmente il viaggio, 1.800 euro in totale, ma a Toronto non ci sono arrivati.
I carabinieri di Popoli hanno raccolto anche altre tre denunce: viaggi a Dubai e Australia anche questi falliti prima ancora di cominciare e anche per loro l’amara scoperta di essere stati vittima di una truffa.
L’inchiesta non è chiusa perché gli inquirenti sospettano che oltre a queste segnalazioni già raccolte anche altri cittadini possano essere finiti nello stesso giro. I militari invitano a denunciare eventuali truffe.
Intanto la titolare dell’agenzia lungo il corso di Scafa, una donna di 36 anni che aveva preso in gestione l'attività circa 6 anni fa, dovrà stare ferma per un po’. Su disposizione del gip Luca De Ninis gli è stata sequestrata la licenza, ma anche i computer, i documenti e tutto il materiale che si trovava all’interno dell’agenzia di viaggi. La donna è indagata a piede libero per truffa continuata.
a.l.