LE RIVELAZIONI

Omicidio Melania Rea: «Parolisi stava per lasciare la moglie per me»

L’interrogatorio andato in onda a Quarto Grado

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

10484

Omicidio Melania Rea: «Parolisi stava per lasciare la moglie per me»
TERAMO. Per la soldatessa romana Ludovica P. il matrimonio di Parolisi era ormai arrivato al capolinea. Nel corso della puntata di ieri sera di Quarto Grado sono stati mandati in onda alcuni stralci dell’ interrogatorio dello scorso mese di maggio di Ludovica P.

La giovane amante di Salvatore Parolisi, unico indagato per l’omicidio di Melania Rea, ha confermato che il matrimonio dei due, poco prima della morte, era ormai vicino ad una svolta. Il caporal maggiore aveva intenzione di lasciare Melania, o almeno era quello che stava facendo credere da tempo alla giovane soldatessa. Quello che in realtà esce fuori è una vera e propria vita parallela in cui il caporalmaggiore continuava a mentire. Mentiva alla moglie, mentiva all’amante e mentiva anche a se stesso, incapace di trovare una soluzione. Eppure da quel triangolo che lo stava strozzando ne è uscito nella maniera più tragica possibile: la morte della moglie.
Per l’accusa è stato lui ad ucciderla. Non ci sono dubbi e nel processo che partirà il prossimo 27 febbraio sarà questa l’accusa da scrivere con certezza. Lui rivendica la propria innocenza ormai da mesi e gli avvocati continuano a ribadire che il fatto che Parolisi fosse un fedigrafo non vuol dire che fosse anche un assassino. Restano però da spiegare e din maniera convincente tutta una serie di menzogne, comportamenti "particolari" e le risultanze investigative e tecniche sui cellulari che lo indicherebbero in luoghi diversi da quelli in cui ha detto di trovarsi il girono della scomparsa della moglie.
Delle sue scappatelle non ne ha mai parlato con gli inquirenti, né quando Melania era ancora una donna scomparsa, nè quando il suo corpo è stato ritrovato senza vita nel bosco. Ha continuato a dire che c’era nella sua vita solo sua moglie. Ha fatto credere che la loro fosse una relazione senza macchie, senza problemi, che non c’era astio o risentimento tra i due. Poi si è saputo che Melania aveva scoperto la relazione con la soldatessa, che le due si erano anche sentite telefonicamente e che Parolisi aveva detto alla moglie che quella storia era chiusa.
Eppure in un lungo interrogatorio durato circa otto ore è stata proprio Ludovica P a raccontare tutta un’altra vicenda «voleva lasciarla per me».
Secondo quanto riferito agli inquirenti dalla donna, Parolisi aveva già parlato con Melania che aveva accettato la situazione e l’ipotesi della separazione ma aveva chiesto al marito di poterlo dire lei ai suoi genitori. La procura sospetta che questa fosse solo una grossa bugia, l’ennesima, del caporalmaggiore, e che proprio le relazioni extraconiugali del soldato possano essere un movente del delitto.
«Non è vero che il 17 aprile (giorno prima della scomparsa di Melania), Salvatore mi chiamò dicendo ‘non ti preoccupare, domani la lascio e sistemo tutto’. Era un processo che si stava concretizzando», ha detto ancora la soldatessa..
Un lungo "processo" fatto di tira e molla perché Ludovica voleva stare con il suo soldato che a sua volta non riusciva a mollare la moglie. «Non aveva la carta dell’avvocato», ha detto ancora la donna, «ma avevo percepito che volesse stare con me. Forse se non avesse conosciuto me continuava come andava. Nel senso che lui era sì innamorato di lei…però ogni tanto le sue….cazzate avrebbe continuato a farle».
Ludovica era consapevole che Melania amasse il marito sopra ogni cosa: «era il suo mondo, lei lo aveva conosciuto a 18 anni …nella vita ha aspettato praticamente solo te che te la sposavi. Quindi giustamente….io al suo posto forse avrei fatto lo stesso».
Sempre nella puntata di Quarto Grado di ieri sera è stato mandato in onda l’interrogatorio di un’altra soldatessa, Rosa. Anche lei aveva avuto una avventura di una notte con il soldato. Secondo il racconto della ragazza Parolisi le avrebbe confessato i problemi coniugali e di avere avuto «diverse scappatelle».
Sulla giornalista di Mediaset (raccontata da ‘Chi l’ha visto?’) che avrebbe fatto da postina tra Ludovica e Parolisi, Sottile ha continuato a confermare l’infondatezza della notizia. «Noi diamo notizie senza censura».
a.l.