VAL VIBRATA

Maltempo, «per cinque giorni al buio»

Un disagio fra i tanti denunciato che riguarda l'erogazione della energia elettrica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1656

Maltempo, «per cinque giorni al buio»
VAL VIBRATA. Piegati dal freddo dal maltempo e dal buio. Così Stefano Flajani de “La Destra Val Vibrata”, descrive i disagi subiti insieme ad altre famiglie e punta il dito conto il dis-servizio Enel.


«Una delle tante malcapitate vittime dell’Enel», si definisce e racconta della linea elettrica saltata in piena emergenza, dei primi interventi, della riparazione che va per le lunghe. Il suo è un racconto sull’ emergenza maltempo che si somma ai tanti dei giorni passati.
Il 10 febbraio i pali della linea elettrica in una zona della Val Vibrata non reggono e saltano. Così da venerdì 10 febbraio, secondo il racconto, a mercoledì 15 febbraio, Flajani ed altre famiglie rimangono senza corrente elettrica, acqua e riscaldamento.
Poi, dopo sei ore l’impresa Coget crea una nuova linea comprensiva di pali e fili elettrici. A quel punto due operai dell’Enel bloccano tutto «con giustificazioni prive di realtà oggettive», dice Flajani.
L'uomo lamenta anche il fatto che «in una situazione di emergenza, come purtroppo l’hanno vissuta in tanti, l’Enel preferisca effettuare interventi come la sostituzione dei contatori, senza tenere in minima considerazione il fatto che bambini e persone anziane stanno al freddo, al buio e senz’acqua. La sostituzione dei contatori era una emergenza? La sostituzione dei pali era stata programmata da anni, perché non è stata effettuata prima?».
Interrogativi che lasciano spazio ad un’amara constatazione se al posto di noi “comuni mortali”, pensa Flajani, ci fosse stato qualcuno che conta non avrebbe dovuto sopportare tutti i tira e molla sul da farsi.